Gli scrittori della porta accanto

Marzo al cinema: 5 film da non perdere

Marzo al cinema: 5 film da non perdere

Cinema Di Stefania Bergo. Già nelle sale il musical Cyrano tra le uscite di marzo, insieme a una manciata di film candidati agli Oscar 2022.

Tra i film che ci attendono nelle sale a marzo, ve ne segnalo cinque già acclamati dalla critica, candidati agli Oscar e ad altri riconoscimenti.
Primo tra tutti, che poi è anche quello che mi ispira di più, Cyrano, il musical del regista Joe Wright, un rifacimento che ricorda nella scelta musicale Moulin Rouge! di Baz Luhrmann.
Tra quelli che hanno raccolto più nomination in varie categorie, senza contare i premi già vinti, c'è Flee, un documentario animato e biografico che narra l'incontro tra il regista Jonas Poher Rasmussen e un ragazzo fuggito da bambino da Kabul. Il male non esiste, Orso d'Oro a Berlino, solleva riflessioni sulla pena di morte, mentre Licorice Pizza è stato accolto estaticamente dalla critica come un film stremamente dinamico che parla di libertà – ammetto che dal trailer non è per nulla nelle mie corde, voi che ne dite? Ultimo, ma non ultimo, come si dice in questi casi, Spencer, il film su Lady Diana, che racconta in particolare tre giorni della sua vita, quelli in cui ha deciso di prendere le distanze da Carlo e dalla famiglia reale.
Tra i film seguenti, quale vi ispira di più? E quale, secondo voi, avrei dovuto consigliare tra quelli in uscita a marzo – a parte l'ennesimo ritorno di Batman? Se vi va, fatemelo sapere nei commenti.
E buona visione!


FLEE

FLEE

In uscita il 10 marzo
Documentario, Animazione, Biografico – Danimarca, Francia, Svezia, Norvegia 2021.
Regia di Jonas Poher Rasmussen.
Con Daniel Karimyar, Fardin Mijdzadeh, Milad Eskandari, Belal Faiz, Elaha Faiz.
La storia di una fuga e di un passato mai rivelato. Un cinema che libera e accompagna verso una nuova vita.
Flee – che ha ottenuto, tra ivari riconoscimenti, tre candidature agli Oscar, una candidatura ai Golden Globes, due candidature a BAFTA, ed è stato premiato agli European Film Awards – è la storia di un incontro: del regista Jonas Poher Rasmussen con quello strano ragazzo che, sul treno che portava entrambi a scuola, sedeva solo con lo sguardo fisso davanti a sé; e di quello stesso ragazzo di origine afghana, di nome Amin, che nel corso degli anni ha trovato di raccontare all’amico la sua storia. Flee è un documentario d’animazione, genere oggi molto frequentato, che usa il tratto a disegno per mettere una distanza tra l’obiettivo della macchina da presa e l’intimità del protagonista. Rasmussen lavora in maniera semplice ed elementare, come in fondo dimostra anche l’ultima inquadratura del film, che trova il fotorealismo nel momento in cui si congeda dallo stesso Amin. Costretto ad abbandonare il suo paese da ragazzino, Amin ha perduto l’idea di casa, di protezione, di sicurezza… L’animazione diventa così una fase di passaggio, la strada necessaria da percorrere – dopo tutte le miglia consumate, dopo tutte le partenze e i ritorni – per arrivare finalmente nella propria casa.



IL MALE NON ESISTE

IL MALE NON ESISTE

In uscita il 10 marzo
Drammatico – Germania, Repubblica ceca, Iran 2020.
Regia di Mohammad Rasoulof.
Con Ehsan Mirhosseini, Shaghayegh Shoorian, Kaveh Ahangar, Alireza Zareparast.
Vincitore dell'Orso d'Oro al Festival di Berlino, un film che parla al cuore e alla mente di chi ha voglia di interrogarsi sulla pena di morte.
Quattro storie per riflettere sulla possibilità di esprimere la libertà individuale in un regime dispotico.
Heshmat è un buon padre e un buon marito attento ai bisogni della famiglia. Ogni mattino si alza presto per andare al lavoro. Quale lavoro? Pouya non se la sente di essere colui che legalmente dovrà sopprimere una vita umana. Cosa dovrà fare per evitare questo compito? Javad non sa che insieme alla sua ufficiale dichiarazione d'amore in occasione del compleanno della fidanzata dovrà confrontarsi con un evento che l'ha scossa profondamente. Bahram è un medico che esercita in una località sperduta e che ha deciso di incontrare per la prima volta la nipote, che vive in Germania, per rivelarle un segreto.



Cyrano: Una versione spudoratamente romantica del Cyrano con un protagonista carismatico e credibile.

Cyrano
Musical – Gran Bretagna, Italia, Canada, USA 2021.
Regia di Joe Wright.
Con Peter Dinklage, Haley Bennett, Kelvin Harrison Jr., Ben Mendelsohn.
Distribuzione Eagle Pictures.
Uscito il 3 marzo

Una candidatura al Premio Oscar, due ai Golden Globes, quattro ai BAFTA, tre al Satellite Awards e una candidatura ai Critics Choice Award.
Joe Wright adatta per il grande schermo il musical scritto e diretto a teatro da Erica Schmidt, che nel film figura come sceneggiatrice, e da lui già portato in scena. Nei panni di Cyrano c’è Peter Dinklage, l’ottimo prim’attore diventato famoso nei panni di Tyrion Lannister ne Il trono di spade, che è anche marito della Schmidt; in quelli di Roxanne c’è Haley Bennet, che è anche moglie di Joe Wright. Tutta questa aria di famiglia fa bene alla messa in scena, perché si intuisce una familiarità rodata sia fra i due protagonisti, che con il copione che interpretano. Le libertà che Wright si prende rispetto al testo originale e alle trasposizioni precedenti sono simili a quelle che si era preso in Anna Karenina, utili a modernizzare un classico (pur rispettandone l’ambientazione d’epoca) e ad esplicitare alcuni elementi della trama, altrimenti a rischio di rimanere confinati nel sottotesto.
Recensione di Paola Casella su www.mymovies.it




LICORICE PIZZA

LICORICE PIZZA

In uscita il 17 marzo
Commedia, Drammatico - USA 2021.
Regia di Paul Thomas Anderson.
Con Alana Haim, Cooper Hoffman, Sean Penn, Tom Waits.
Candidato a tre a Premi Oscar, quattro Golden Globes, cinque BAFTA e cinque Satellite Awards. Un ballata seventies imprevedibile, che rigenera il cinema e ci precipita nel mondo irreale dei ricordi, dove tutto può accadere e l'estate non finisce mai.
“Il vero amore fiorisce perché il mondo possa vederlo…” canta Nina Simone e ‘chiosa’ Paul Thomas Anderson nelle prime battute di Licorice Pizza. “July Tree” apre e dona la chiave di una ballata seventies girata con le mani in tasca e il sorriso sulle labbra. PTA scarabocchia tre parole sulla carta, boy meets girl, e un film emerge, un’idea si trasforma in movimento, un amore vive negli smarrimenti, un universo è ancorato e incarnato. L’autore sa come incendiare il suo racconto, come renderlo vivo con lo sguardo, la musica e il gioco virtuoso di cambio e freno.
Informato dal lirismo della sua prima ballata, Licorice Pizza procede alla sua velocità di crociera, a volte languida, a volte impetuosa, una narrazione in modalità flipper tra materassi ad acqua e campagne elettorali, tra crisi energetiche e nevrosi disinvolte. La New Hollywood non è morta e si sente molto bene. Se C’era una volta… a Hollywood ritornava sull’‘innocenza’ dell’industria dei sogni per riscrivere la Storia coi poteri della fiction e perpetuare l’ideale hollywoodiano (e feticista) di Tarantino, Licorice Pizza abita un genere (il teen-movie) e un’atmosfera (gli anni Settanta) per rigenerare il cinema. A colpi di baci e di euforia scongiura lo spettro del suo declino, rigurgitando di slanci e di prime volte.



SPENCER

SPENCER

In uscita il 24 marco
Biografico – USA 2021.
Regia di Pablo Larraín.
Con Kristen Stewart, Timothy Spall, Jack Nielen, Freddie Spry.
Candidato a un Premio Oscar, un Golden Globes, cinque Satellite Awards, due Critics Choice Award, Larrain firma un film freddo come la morte e come la sua protagonista.
Il Natale in cui Diana Spencer decise di mettere fine al suo matrimonio con Carlo.
Il matrimonio della principessa Diana e del principe Carlo è da tempo in crisi. Sebbene le voci di tradimenti e di divorzio abbondino, in occasione delle feste di Natale nella residenza reale di Sandringham viene decretato un periodo di pace. Si mangia e si beve, si spara e si caccia. Diana conosce il gioco, ma quest'anno le cose saranno molto diverse. Spencer immagina cosa potrebbe essere accaduto durante quei pochi giorni decisivi.


Credits: www.mymovies.it



Stefania Bergo
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di iscriverti alla newsletter per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti? Potresti anche iscriverti all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati o semplicemente offrirci un caffè e sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*!
Oppure potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi di questo articolo (puoi commentare con Blogger o Facebook), il tuo feedback è davvero importante per noi.
NB: Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi della immagine o della onorabilità di terzi, razzisti, sessisti, spam o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.

About Gli Scrittori della Porta Accanto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
0 commenti

Posta un commento

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Pubblicità
Prenota il tuo viaggio in Italia con Booking.com



Libri in evidenza


Pubblicità