• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Scrittori] Intervista a Brunella Giovannini, a cura di Silvia Pattarini

Brunella-Giovannini

Oggi il nostro caffè letterario è ben lieto di presentarvi un volto nuovo della letteratura italiana: è con noi Brunella Giovannini. Conosciamola meglio!

Ciao Brunella, per rompere il ghiaccio, visto che ci troviamo in un caffè letterario virtuale, permettimi di offrirti virtualmente un caffè, un the, una tisana, una bibita fresca o…  cosa preferisci?
Un caffè... grazie!

Bene ora che abbiamo rotto il ghiaccio raccontami qualcosa di te. Chi è Brunella nella vita di tutti i giorni?
Brunella è una donna che lavora e nel tempo libero ama leggere e ogni tanto si cimenta nella scrittura.

Come è nata la tua passione per la scrittura? Ci sono autori classici o molto noti che credi abbiamo influenzato, in qualche modo, il tuo stile?
Il mio interesse per la scrittura si è manifestato in giovane età. Poi gli impegni lavorativi e famigliari mi hanno fatto accantonare questo hobby. Negli ultimi anni ho ripreso la vecchia passione ed ho iniziato a scrivere soprattutto poesie per le quali ho ottenuto diversi riconoscimenti. Non credo di essere stata influenzata da autori classici o noti, definirei il mio stile... personale.
Quali sono i generi letterari che preferisci leggere e quali, invece, preferisci scrivere?
Le mie letture spaziano tra diversi generi ed autori, Coelho rimane uno dei miei preferiti.

Per un esordiente il percorso da seguire prima di giungere all’ambito traguardo della pubblicazione non è affatto semplice, talvolta può rivelarsi tortuoso e complicato: come sei approdata alla tua pubblicazione? Raccontaci la tua esperienza.
Ho inviato il manoscritto ad alcune case editrici e dopo breve tempo, nello stesso giorno ho ricevuto due proposte di pubblicazione (non a pagamento). La mia scelta è caduta su Edizioni Leucotea perchè... mi ha ispirato il nome: nei tempi antichi Leucotea era considerata la dea dell'alba, del chiaro e a me piace la chiarezza.

La pubblicazione del proprio libro o ebook  è il sogno nel cassetto di tutti gli esordienti. Poi finalmente il sogno è diventato realtà:ora cosa ti aspetti? Lo vedi come un obiettivo raggiunto o come un punto di partenza per nuovi progetti?
Sicuramente lo considero un obiettivo parzialmente raggiunto e l'incentivo a scrivere ancora.

Raccontami in breve la trama, incuriosisci i nostri lettori ma senza svelare troppo!
Un volo di farfalle è una storia che si sviluppa su un tema di grande attualità: i migranti e le tragedie che si consumano in mare durante i viaggi della speranza. Una famiglia parte da Damasco e dopo avere affrontato un lungo viaggio via terra, arriva in Libia e si imbarca su una delle tante carrette del mare. Nei pressi di Lampedusa, il barcone si squarcia e due dei componenti della famiglia rimangono prigionieri degli abissi. La madre e la figlia in condizioni gravi, vengono recuperate dai soccorsi e trasferite all'ospedale di Agrigento. Proprio all'ospedale, durante il sonno del coma, Aisha incontra Anna Paola, la figlia del Capitano Rossetti, Ufficiale presso la Capitaneria di Porto Empedocle e artefice del salvataggio delle due siriane. E' un incontro non casuale quello tra le due bambine: viene alla luce l'esistenza di due antichissimi manoscritti, uno custodito a Damasco e l'altro ad Agrigento, scritti secoli prima da un antenato che scopriremo comune... Nella storia emergono valori quali l'accoglienza, la solidarietà e l'amicizia, preziose ricchezze che contraddistinguono le persone “civili” .

Un argomento decisamente molto attuale e sicuramente interessante.
La rivoluzione digitale e l’ e-book: cosa ne pensi di questo sistema innovativo di lettura, credi che rappresenti il futuro o è solo fumo negli occhi?
L'avvento degli e-book e la rivoluzione digitale ha portato grande innovazione anche se personalmente, amo sfogliare le pagine e sentire il profumo dei libri...

La domanda che non ti ha mai rivolto nessuno: fatti la domanda e datti la risposta.
Nessuno mi ha ancora chiesto se mi piacerebbe che Un volo di farfalle diventasse un film.
La mia risposta è: “Sarebbe fantastico e ci spero!”

Progetti per il futuro: ci sono nuovi lavori in corso, nuove pubblicazioni o ambizioni particolari?
Sto raccogliendo materiale per iniziare una nuova storia...

Dove possiamo trovare il tuo libro?
Un volo di farfalle è reperibile presso alcune librerie (non è semplice per un'esordiente pubblicata da una piccola ma seria Casa Editrice, essere presi in considerazione dalle librerie) e comunque il libro si può trovare anche su Ibs e LibreriaUniversitaria.

Brunella ti ringrazio tantissimo per essere stata con noi e, a nome de Gli scrittori della porta accanto ti faccio i complimenti per il tuo libro, augurandoti che sia un vero successo! In bocca al lupo per i tuoi progetti futuri!  



Silvia Pattarini
Diplomata in ragioneria, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...