Gli scrittori della porta accanto

Andrea Pistoia presenta: Ancora e mai più (nelle mutande)

Andrea Pistoia presenta: Ancora e mai più (nelle mutande)

Presentazione Libri Intervista a cura di Ornella Nalon. Andrea Pistoia presenta Ancora e mai più (nelle mutande) (PubMe – Collana Gli Scrittori della Porta Accanto). Esperienze erotiche tragicomiche di un fidanzato tradito.

Andrea Pistoia


Ancora e mai più
(nelle mutande)

di Andrea Pistoia
PubMe – Collana Gli Scrittori della Porta Accanto
Umoristico
ISBN 979-1254581056
cartaceo 15,00€
ebook 2,99€

Sinossi

«Lo so, sono lunatico. O meglio, da clinica psichiatrica. Quindi, rinchiudetemi e buttate via la chiave prima che faccia altri danni. Oppure lasciatemi libero e godetevi lo spettacolo.»

Può un amore tradito dare il colpo di grazia a tutto ciò che di buono c’è in Edmondo, detto Mondo, spingendolo a manifestare il suo lato più irriverente e cinico?
Da un ventitreenne che vacilla continuamente tra il complesso di Edipo e quello di Rocco Siffredi, gettato nella fossa delle leonesse milanesi, non ci si può aspettare di certo la resa. Affronterà mirabolanti avventure sperando quanto meno di trovare un po’ di felicità “sottocoperta”, in una Mission Impossible tra ragazze della Milano modaiola snob, insicure o mentalmente instabili, e seduttori più agguerriti e implacabili di lui. E cosa può fare se non chiedere aiuto ai suoi sempre-ingrifati amici e al suo datore di lavoro, maestro nell’arte amatoria?
Un romanzo umoristico narrato in prima persona che ci porta dentro la mente di un aspirante latin lover. Per arrivare alla conclusione che Mondo è semplicemente un bravo ragazzo immischiato negli ingranaggi della vita, che sopravvive alternando cinismo acuto a inaspettata sensibilità, comicità spicciola da scaricatore di porto a intelligenza arguta.


L'autore racconta



Diamo il benvenuto ad Andrea Pistoia, già collaboratore per questo blog. Cercherò di approfittare della tua disponibilità: quando e come hai scoperto di volere scrivere? 

Quand’ero bambino, ancora bello e con una folta chioma, mi piaceva inventare storie con i miei giocattoli come protagonisti. Crescendo mi sono innamorato del fantasy per poi saltare da un genere all’altro senza ritegno né vergogna, peggio di un poligamo. Poi un giorno decisi di mettermi in gioco tentando di scriverne uno… E riuscii pure a portarlo a termine! Da lì mi sono sbizzarrito scrivendo in molteplici campi letterari.

Per te, cosa rappresenta la scrittura? Quanto tempo riesci a dedicarle, mediamente? 

Giocare con le parole mi piace e mi diverte. E ammetto che ritrovarmi tra le mani una qualsivoglia mia opera portata a termine m’inorgoglisce e mi emoziona. Al di là dei miei impegni lavorativi, di socializzazione con il resto dell’umanità e di adempiere ai miei bisogni primari di essere vivente, direi che dedico il restante tempo alla scrittura. Il problema maggiore, per quanto mi riguarda, è che porto avanti più progetti contemporaneamente e di conseguenza il tempo non basta mai!

Veniamo al tuo libro, Ancora e mai più (nelle mutande), il tuo primo romanzo, ora in seconda edizione con PubMe, nella collana Gli Scrittori della Porta Accanto, dopo aver già pubblicato nella stessa collana Da zero a 69 nel 2019. Come ti è sorta l'ispirazione della sua trama?

Cercavo qualcosa di diverso, leggero e spensierato. Volevo far divertire divertendomi. Ce l’avrò fatta? Ai posteri l’ardua sentenza!

Un titolo la cui ironia non lascia molti dubbi sul tono usato anche nella narrazione. Ci racconti di cosa parla? 

La trama è molto semplice e realistica: un ragazzo scopre che la propria fidanzata l’ha tradito e qualcosa si spezza in lui, spingendolo a dare un taglio netto alla sua natura di "bravo ragazzo" per diventare un uomo Alpha pronto a conquistare più ragazze possibili. Ma, essendo alle prime armi nella nobile arte della seduzione, le sue saranno più esperienze tragicomiche che erotiche. Potrà però contare sull’aiuto di alcuni amici con i suoi stessi obiettivi… E la sua stessa sfortuna.

Dunque, si può dire che l'ironia sia la principale protagonista del tuo testo. Lo è anche nella tua vita? Secondo te, è un elemento utile, se non propriamente essenziale, per affrontare i piccoli e grandi affanni quotidiani?

Ottima domanda! Se ci guardiamo intorno siamo bombardati da troppa negatività. Di conseguenza, abbiamo bisogno più che mai di staccare la spina, rilassarci e divertirci. Per quanto io non sia la quintessenza della positività tento comunque di non farmi contagiare dai "cattivi pensieri". E il modo più semplice è cercare di trovare la comicità in ogni situazione – e annotare il tutto, in quanto non si sa mai che l’episodio possa diventare fonte d’ispirazione per un futuro libro!

Come dicevo, Ancora e mai più (nelle mutande) è una seconda edizione riveduta e corretta. Ci puoi spiegare cosa ti ha spinto a metterci mano nuovamente?

Per la prima edizione, datata 2015, mi ero avvalso del servizio di self publishing. Ma nei primi mesi del 2021 mi ha attirato l’idea di tentare la strada della pubblicazione attraverso una casa editrice. Prima però di proporre il mio romanzo ho deciso di rileggerlo per sicurezza, in modo da correggere eventuali refusi sfuggiti alla prima pubblicazione. Ma alla fine della fiera ho eseguito un vero e proprio “restyling” dell’intero romanzo per renderlo ancora più scorrevole e coinvolgente. Spero di esserci riuscito!
Tra l’altro, parlando sempre di prima pubblicazione, questo spiega perché trovate già disponibile il suo degno seguito, pubblicato nel 2017, Di donne, di amori e di altre catastrofi.

A tuo avviso, qual è il target più adatto ad Ancora e mai più (nelle mutande)? Che tipo di lettori ti piacerebbe conquistare?

Presuntuosamente direi tutti! Ma ammetto che il romanzo ha una trama e dei personaggi che possono non piacere a chi cerca il politicamente corretto, a chi odia certi atteggiamenti maschilisti e superficiali o a chi cerca un romanzo con il protagonista tutto ‘Sole cuore amore’. Però inaspettatamente ho trovato delle recensioni e dei commenti fatti da donne e ragazze sui blog letterali e sulla mia pagina facebook dedicata al romanzo che mi hanno dimostrato come, preso nella giusta prospettiva di libro goliardico e spensierato, può piacere anche al gentil sesso. Infine, vi si rispecchieranno i ragazzi di oggi quanto gli adulti, i quali leggendolo si ricorderanno dei "bei tempi andati".

Quali sono i tuoi progetti futuri? C'è già qualcosa in corso d'opera? 

La mia immaginazione è sempre in fermento e, sfortunatamente, sforna idee più velocemente di quanto io riesca a realizzarne materialmente. Non è un segreto che uno che si diletta con la scrittura quando termina un progetto ne ha già un altro in cantiere. Per quanto mi riguarda, sto scrivendo un thriller demenziale che mi sta dando da torcere perché è più complesso di quanto avessi immaginato ma mi sta già dando delle soddisfazioni personali. Sfortunatamente va tutto più a rilento di quanto io desideri dato che, ahimè, il tempo libero è ridotto all’osso!

C'è una domanda che non ti ho fatto ma che avresti desiderato? Ecco, puoi fartela da solo e naturalmente, dovresti anche risponderti.

Posso pagarti profumatamente per pubblicare questa intervista?
Volentieri, grazie.

Questa mi ha fatto proprio ridere! Ringrazio Andrea Pistoia per essere stato con noi. In bocca al lupo per i tuoi progetti futuri.

Grazie e in bocca al lupo anche a voi e al vostro ottimo sito.




Ornella Nalon
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, il tuo feedback è davvero importante per noi. Oppure potresti iscriverti alla newsletter per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati. Oppure potresti offrirci un caffè e sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*.

About Lisi

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità