Gli scrittori della porta accanto

Ancora e mai più (nelle mutande), un romanzo sarcastico di Andrea Pistoia

Ancora e mai più (nelle mutande), un romanzo sarcastico di Andrea Pistoia

Libri Comunicato stampa. Ancora e mai più (nelle mutande) (PubMe – Collana Gli Scrittori della Porta Accanto), di Andrea Pistoia: un romanzo sarcastico, un irriverente e cinico ventitreenne aspirante latin lover col cuore spezzato.

Apro la busta con un taglierino, peccato che nel concludere l’operazione mi scappi la lama e mi s’impianti in un dito con conseguente glorificazione al Signore che, in questo periodo, è tanto misericordioso con me. Dovevo immaginarlo che la lettera esigesse un sacrificio di sangue.
Raccolgo una stoffa dal pavimento e l’avvolgo intorno al dito. Riconosco il tessuto, apparteneva a una camicia da Arlecchino con maniche chilometriche acquistata per un ballo in maschera. Luana invece quella sera voleva travestirsi da Morticia della Famiglia Addams, infatti aveva indossato un lungo vestito nero con uno spacco vertiginoso ad altezza seni. Le ricordavo un freak, un mostro dalla dubbia intelligenza. Io le ho risposto che conciata così e sul ciglio della strada le avrei allungato spontaneamente cento euro. Anche se eravamo in una stradina del centro, lei ha buttato il vestito seduta stante, infuriata oltre ogni dire. Io invece mi sono tenuto la camicia. Almeno uno dei due doveva tenere qualcosa addosso.
[...] Riprendo in mano la lettera e decido che avrà una sorte migliore dell’essere letta: diventerà uno splendido aeroplanino. Lo collaudo in stanza per vedere se può affrontare il mondo. È con orgoglio che timbro il brevetto di volo, gli faccio i migliori auguri e lo getto fuori dalla finestra.
[...] Peccato che di lì a poco suoni il campanello d’ingresso.
Vado ad aprire. Nel dubbio che sia un testimone di Geova, per farlo scappare a gambe levate grido dal corridoio che adoro Satana e che in questo momento sono occupato a sacrificare una vergine.
[...] Sfortuna vuole che sia la mia vicina di casa del primo piano, una vecchia nata nel paleolitico ma con ancora tanta energia da vendere.
Apro la porta alla nuova venuta. «Che vuole?»
«Salve, giovanotto. Sa, stamattina non mi sentivo molto bene, così mi sono alzata di buonora, ho fatto colazione come al mio solito e sono scesa a fare la spesa quando…»
Le sbatto la porta in faccia senza pensarci due volte. La mia “cara” vicina preistorica incomincia a suonare il campanello con insistenza. Cerco di non darle peso, ma al ventesimo squillo, al culmine dell’esasperazione, corro in anticamera e apro di nuovo l’uscio. La vecchietta mi guarda con un sorriso innocente. «Accidenti, figliolo, queste correnti d’aria fanno sbattere le porte che è un piacere.»
«Eh, ha proprio ragione.»
«Comunque, figliolo…»
«Guardi che ho quasi ventitré anni.»
«Veramente? Che fortuna, ha la stessa età della mia tris nipote. Magari la conosce? Altrimenti gliela presento.»
«No, signora, in questi giorni io e le donne non andiamo molto d’accordo. Per l’incolumità di sua nipote, meglio evitare. Glielo assicuro.»
«Be’, stavo andando a fare la spesa quando mi è caduto in testa questo aeroplanino. L’ho aperto e vi ho letto sopra il suo nome. Mi sono premunita di leggere tutta la lettera per accertarmi fosse proprio indirizzata a lei. [...] sono corsa in fretta e furia qui a restituirgliela, supponendo che le sia volata dalla finestra per sbaglio. Tenga, la riprenda e ne abbia cura.»
«Uhm, grazie.»
La vecchietta se ne sta per andare quando si blocca di colpo e si volta verso di me. «E, mi creda, si fidi del suo migliore amico. Non ha fatto nulla con la sua ragazza.»
Andrea Pistoia, Ancora e mai più (nelle mutande)


Ancora e mai più
(nelle mutande)

di Andrea Pistoia
PubMe – Collana Gli Scrittori della Porta Accanto
Umoristico
ISBN 979-1254581056

Sinossi

«Lo so, sono lunatico. O meglio, da clinica psichiatrica. Quindi, rinchiudetemi e buttate via la chiave prima che faccia altri danni. Oppure lasciatemi libero e godetevi lo spettacolo.»

Può un amore tradito dare il colpo di grazia a tutto ciò che di buono c’è in Edmondo, detto Mondo, spingendolo a manifestare il suo lato più irriverente e cinico?
Da un ventitreenne che vacilla continuamente tra il complesso di Edipo e quello di Rocco Siffredi, gettato nella fossa delle leonesse milanesi, non ci si può aspettare di certo la resa. Affronterà mirabolanti avventure sperando quanto meno di trovare un po’ di felicità “sottocoperta”, in una Mission Impossible tra ragazze della Milano modaiola snob, insicure o mentalmente instabili, e seduttori più agguerriti e implacabili di lui. E cosa può fare se non chiedere aiuto ai suoi sempre-ingrifati amici e al suo datore di lavoro, maestro nell’arte amatoria?
Un romanzo umoristico narrato in prima persona che ci porta dentro la mente di un aspirante latin lover. Per arrivare alla conclusione che Mondo è semplicemente un bravo ragazzo immischiato negli ingranaggi della vita, che sopravvive alternando cinismo acuto a inaspettata sensibilità, comicità spicciola da scaricatore di porto a intelligenza arguta.



ESTRATTI E RECENSIONI

SCRIVI UNA RECENSIONEALTRI LIBRI DI ANDREA PISTOIA

Andrea Pistoia



Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di iscriverti alla newsletter per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti? Potresti anche iscriverti all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati o semplicemente offrirci un caffè e sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*!
Oppure potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi di questo articolo (puoi commentare con Blogger o Facebook), il tuo feedback è davvero importante per noi.
NB: Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi della immagine o della onorabilità di terzi, razzisti, sessisti, spam o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.

About Gli Scrittori della Porta Accanto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
1 commenti
  1. Ho iniziato a leggere il libro di Andrea Pistoia sperando vivamente che la trama e lo stile fossero all’altezza del titolo – originali, buffi, frizzanti.
    La storia – assolutamente verosimile – trascina il lettore in una girandola di eventi quanto mai realistici, di cui non si può che sorridere. Lo stile è perfettamente abbinato agli episodi narrati e ai personaggi che li animano – semplice, diretto, irriverente.
    La vita di Edmondo va in pezzi quando la sua ragazza lo tradisce con Luca, il suo migliore amico. Che poi... ma quanto può essere stronza una che ti tradisce e poi cerca di riconquistarti portandoti a letto? Insomma, Edmondo ha deciso: mai più con quella. Che poi di pesci è pieno il mare, quindi... non resta che buttarsi nella mischia! E ci si butta a capofitto con i suoi degni compari, amici di sempre che non vedono l’ora di andare in giro per discoteche, locali vari, appuntamenti a quattro.
    È così che Edmondo inizia una fase della sua vita costellata da notti in bianco. Ma in bianco proprio in tutti i sensi. Come si evolverà la sua vita? Non resta che leggere...
    Simpatico, leggero, reale. "Ancora e mai più (nelle mutande)" non fatica a conquistare la curiosità – e il cuore – di chi legge, regalando sorrisi ironici. Uno spaccato della nostra Italia, delle nostre storie d’amore, delle nostre notti “brave”. Come non leggerlo?

    [Giulia Mastrantoni]

    RispondiElimina

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Pubblicità
Prenota il tuo viaggio in Italia con Booking.com



Libri in evidenza


Pubblicità