• La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Storie di una assistente turistica 2
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ad ali spiegate, Ornella Nalon - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Noi e il 68
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

Scrittori: intervista a Simone Falorni

Scrittori: intervista a Simone Falorni

Caffè letterario A cura di Silvia Pattarini. Intervista a Simone Falorni, autore del fantasy Cronache dalle tenebre, Lilitbooks, 2017. Un horror-fantasy, con qualche accenno storico, nella Firenze 1865.

Ciao Simone Falorni, e grazie per avere scelto il nostro web magazine culturale. Per rompere il ghiaccio, visto che ci troviamo in un caffè letterario virtuale, permettimi di offrirti virtualmente un caffè, un tè, una tisana, una bibita fresca o… cosa preferisci?

Va benissimo un caffè, grazie. Un caffè non si rifiuta mai…

Ci racconti come hai trovato il nostro blog e perché hai deciso di affidare a noi la promozione del tuo libro?

Quando si è una persona a cui piace dilettarsi con le parole, c’è sempre qualche tuo simile che ti suggerisce un blog, un sito, un’iniziativa a cui affidarti. Il tradizionale passaparola, grazie a “colleghi scrittori” che già si erano trovati bene con vostro blog.

Parlaci di te: chi è Simone Falorni nel quotidiano?

Simone nel quotidiano è un geometra, un libero professionista, che nel tempo libero si dedica alle sue passioni, principalmente la scrittura e il teatro.

Per scrivere un libro è necessario avere una storia da raccontare: raccontaci qual è stata quell’alchimia, quella scintilla interiore che ti ha spinto a scrivere Cronache dalle tenebre.

Un periodo decisamente down, ecco la scintilla…
Si parla ormai di qualche annetto fa, ero nel pieno di alcune vicissitudini poco felici, che mi rendevano le giornate difficili da affrontare. Quei momenti bui, cupi, durante i quali le sensazioni in generale si annientano quasi. Ma poi arriva sempre un qualcosa o un qualcuno che improvvisamente ti riacciuffa dal fondo, per riportarti a galla…
Ecco, questo volevo dire con Cronache dalle tenebre. Non importa quanto in basso possiamo precipitare in determinati momenti della propria vita, ci sarà sempre l’occasione per tornare a vivere, anziché sopravvivere. Che si cerchi noi o che sia lei a venirci a cercare!

Simone Falorni, a che genere appartiene Cronache dalle tenebre, ci presenti la trama a grandi linee?

Cronache dalle tenebre è catalogabile come un horror-fantasy, con qualche accenno storico. Si parla delle vicissitudini di due vampiri nella Firenze capitale d’Italia, del loro rapporto denso di alti e bassi, e di tutta una serie di vicissitudini anche turbolente che li portano spesso a incontrare pure altre figure fantastiche del mondo horror.

Un proverbio svedese cita così: “in un buon libro la cosa migliore è fra le righe”. Tra le righe è celato qualche messaggio particolare o il tuo obiettivo è esclusivamente quello di intrattenere piacevolmente il lettore?

Mi limito a rispondere con una frase di Italo Calvino:
Scrivere è sempre nascondere qualcosa in modo che venga poi scoperto.
Tutti gli autori nei loro libri celano messaggi, il più delle volte dalla forte valenza intima e privata.

Uno scrittore è prima di tutto un lettore: Simone Falorni preferisce il classico libro di carta o meglio gli ebook?

Libri di carta sempre e comunque! Amo sfogliare le pagine, gustarmi l’odore della carta, stare a ore in libreria a curiosare tra gli scaffali…
Cose che con le nuove tecnologie sono un po’ complicate da fare.

Come intendi impostare la promozione di Cronache dalle tenebre: ti rendi disponibile per presentazioni presso librerie, biblioteche e centri culturali , preferisci il web o, tutte le soluzioni possibili?

La promozione di Cronache dalle tenebre sta procedendo spedita ormai da un anno circa, e i canali per affrontarla sono stati svariati. Dalle presentazioni in locali, biblioteche, centri culturali, fino a eventi appositi in grandi eventi di rilievo nazionale e internazionale (due su tutti l’edizione 2017 di Più Libri Più Liberi di Roma e l’edizione 2018 del Salone Internazionale del Libro di Torino). Dopo di che ovviamente c’è pure il web, che di sicuro è una buona cassa di risonanza per promuovere qualche opera, con interviste, schede, blog e via dicendo… Diciamo che non tralascio nessuna soluzione.

Simone Falorni, hai ancora qualche sogno nel cassetto da realizzare?

Beh, sì, ancora tanti. E dei più disparati…
Ma passettino dopo passettino cercherò di realizzarli, al momento acqua in bocca.

Simone Falorni ti ringrazio tantissimo per essere stato con noi e, a nome de Gli scrittori della porta accanto ti faccio i complimenti per il tuo libro, augurandoti che sia un vero successo! In bocca al lupo per i tuoi progetti futuri.


Cronache dalle tenebre

Cronache dalle tenebre

di Simone Falorni
Lilitbooks
Fantasy
ISBN 978-8894245073
cartaceo 12,75€

Sinossi
"Mi chiamo Alberto, Alberto Lampredi. Nato a Firenze nel lontano febbraio 1831 e deceduto, sempre a Firenze, nell'altrettanto lontano dicembre 1865, in una serata umida e fredda, in cui, complice il vento pungente, il gelo riusciva a penetrare nelle ossa, incurante degli strati di indumenti che ci si metteva addosso in cerca di ristoro dal rigore invernale."
Alberto, a seguito della morte dell'amata madre, inizia a condurre una vita ormai priva di stimoli, giungendo a sopravvivere, anziché vivere. Il tutto fin quando lo assale un essere dalle sembianze umane, ma che umano non è. Affascinante e passionale, il suo nome è Rodrigo e la sua natura è quella di vampiro! Alberto si unisce a lui, in un'unione che non è soltanto carnale ma mentale, di possesso interiore. Insieme, i due vampiri gireranno per il neo-formatosi Regno d'Italia, vivendo tutta una serie di avventure, nelle quali non mancano insidie, pericoli e altre creature fantastiche, oltre ai vampiri...


Silvia Pattarini

Silvia Pattarini
Diplomata in ragioneria, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.
Il tempo di un caffè, Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni.

About Silvia Pattarini

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram