• Ponti sommersi, di Tamara Marcelli
  • Sulle ali della fantasia di Ornella Nalon
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Storie di una assistente turistica 2
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Anche la morte va in vacanza al lago
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Corpo di vento
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L età dell erba
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lettera alle parole
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ovunque per te, Elena Genero Santoro, PubMe
  • Racconti di stelle al bar Zodiak
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Un angelo protettore
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto

Green Book, il film da Oscar di Peter Farrelly: la recensione

Green Book, il film da Oscar di Peter Farrelly: la recensione

Cinema Recensione di Lara Zavatteri. Green Book, del regista Peter Farrelly: un film da Oscar. Una storia d'amicizia che stravolge gli stereotipi dell'America ancora fortemente razzista degli anni '60. 

Se c'è un film che meritava gli Oscar che ha vinto – miglior film, miglior sceneggiatura originale e miglior attore non protagonista a Mahershala Ali – è proprio Green Book. Di più, secondo me l'Oscar lo meritava anche Viggo Mortensen – ve lo ricordate l'Aragorn de Il signore degli anelli? – per la sua interpretazione.


Green Book, per la regia di Peter Farrelly è una storia vera e racconta un'amicizia strana, con stereotipi che non ti aspetti. L'amicizia è quella che nasce tra Tony Lip (Viggo Mortensen), buttafuori in un locale, italoamericano – il figlio Nick è uno degli sceneggiatori –, e il musicista afroamericano Don Shirley (Mahershala Ali).
Per due mesi il locale dove lavora Tony chiuderà e lui, con famiglia a carico, cerca lavoro. Non si aspetta di trovarlo come autista di un musicista afroamericano, Shirley, che, nell'America degli anni Sessanta, decide di fare un tour con due russi che compongono la sua band.

Il tour non sarà in luoghi qualunque, ma nel profondo Sud degli Stati Uniti, dove è ancora fortissima l'avversione e il razzismo nei confronti della popolazione nera.

Tony accetta e gli viene consegnato il green book, ovvero un libro dalla copertina verde stampato – veramente – tra il 1936 e il 1966 per viaggiatori neri, con indicati i posti – motel, ristoranti, pompe di benzina e via dicendo – da dove non sarebbero stati scacciati. Pur essendo uno spaccone, Tony ha un gran cuore e poco a poco comprende la condizione dei neri in America. Don, dal canto suo, non è né nella condizione dei neri, perché è ricco e privilegiato, né in quella dei bianchi.
Il tour è “arricchito” da disavventure anche pesanti, dalle quali i due saranno salvati nientemeno che dall'intervento di Robert “Bobby” Kennedy, che pochi anni dopo, nel 1968, sarà ucciso come Martin Luther King, mentre entrambi lottavano per i diritti della popolazione nera.


Green Book REGIA Peter John Farrelly
Green Book, il film da Oscar di Peter Farrelly: la recensione

Green Book

REGIA Peter John Farrelly
SCENEGGIATURA Brian Hayes Currie, Peter Farrelly, Nick Vallelonga
FOTOGRAFIA Sean Porter
MUSICHE Kris Bowers
DISTRIBUZIONE Eagle Pictures
ANNO 2019 

CAST
Viggo Mortensen, Mahershala Ali, Linda Cardellini, Mike Hatton, Don Stark, Sebastian Maniscalco, P. J. Byrne, Brian Stepanek, Iqbal Theba, Dimiter D. Marinov.

Se ancora non avete visto Green Book, del regista da Oscar Peter Farrelly, non vi svelo il finale.

Comunque Don perderà il suo snobismo, mentre Tony ne uscirà più consapevole e anche un po' più acculturato, grazie alle “lezioni” del musicista. Ne nascerà un'amicizia che durerà tutta la vita.
Un film incredibile e da vedere assolutamente, per capire fino a che punto fosse colpita la popolazione afroamericana dal disprezzo dei bianchi, ma anche per divertirsi con questa sorta di cambio di stereotipi: è Don, il nero, quello con i soldi, Tony ne ha pochi, è Don quello istruito, Tony sputa fuori tutto quello che gli passa per la testa. Ma sarà capace di insegnare al suo amico musicista anche l'arte della semplicità. È invece Tony quello che ha qualcuno ad aspettarlo a casa, ma chissà, forse anche per Don si aprirà qualche porta...



Lara Zavatteri

Lara Zavatteri
Classe 1980, vive e lavora nel paese di Mezzana in val di Sole (Trentino). Iscritta all'Ordine nell'elenco dei pubblicisti dal 2000, scrive articoli di cultura, ambiente e attualità locale. È anche blogger e autrice di libri.
Guardando le stelle,Un cane di nome GiulianoRisparmia Subito!Amici per sempreCuor di Corteccia, Sopravvissuti, Youcanprint.
Reset, Photocity.it.
La strada di casa, Edizioni del Faro.
Agata. Come un funerale ti salva la vita, Youcanprint.

About Davide Dotto

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page
Pubblicità
Amazon Prime




Pubblicità
Booking.com


#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram