• Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Il mare e la nebbia di Rosa Santi
  • Sei mesi di prova
  • Petrolio bollente
  • Copertina del libro
  • La ricamatrice Maurizio Spano
  • Andrà tutto bene
  • Un errore di gioventù   Elena Genero Santoro
  • Telma - Claudia Gerini
  • Il buio d'Etiopa - Nicolò Maniscalco
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni
  • Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni
  • Storie di una assistente turistica
  • Da zero a 69
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponti sommersi, di Tamara Marcelli
  • Sulle ali della fantasia di Ornella Nalon
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Anche la morte va in vacanza al lago
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Grilli e Sangiovese
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ovunque per te, Elena Genero Santoro, PubMe
  • Racconti di stelle al bar Zodiak
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Un angelo protettore
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto

Scrittori: intervista a Letizia Falzone

Scrittori: intervista a Letizia Falzone

Caffè letterario A cura di Silvia Pattarini. Intervista a Letizia Falzone, in tutti gli store online col suo nuovo romanzo Come le foglie rosse d'autunno (Rossini Rende): «I libri ci conducono nelle loro anime e ci mostrano i loro segreti».

Diamo il benvenuto a Letizia Falzone. Grazie per avere scelto il nostro web magazine culturale Gli Scrittori della Porta Accanto – Non solo libri.  Per scrivere un libro è necessario avere una storia da raccontare: qual è stata quell’alchimia, quella scintilla interiore che ti ha spinto a scrivere  Come le foglie rosse d'autunno?

Volevo scrivere una storia, ma non una storia che fosse solo d’amore, né una storia di dolore. Volevo scrivere una storia sul coraggio. Quello che ci vuole per guardare negli occhi la propria vita così com’è e subito dopo chiedersi: “sono davvero felice qua dove sono e con chi sono?” Quello che ci vuole per prendere in mano quello che abbiamo e cambiarlo per essere finalmente felici. Quello che ci vuole per rinascere dopo una brutta caduta e rialzarsi un po’ più forti.

Ci ricordi i titoli delle tue precedenti pubblicazioni? 

Il mio primo romanzo è Come un campo di spighe di grano edito da Lettere Animate nel 2017 ed è il prequel di Come le foglie rosse d’autunno edito da Rossini Editore.

Come le foglie rosse d’autunno, perché questo titolo?

L’autunno ci mostra quando sia bello lasciare andare. Come gli alberi fanno con le foglie dovremmo imparare anche noi a lasciare andare. Se un’amicizia non ci fa felici, una situazione ci fa soffrire, l’autunno è la stagione giusta per cambiare, per lasciare andare. È la stagione giusta per i nuovi inizi. Per quelli che hanno il profumo della rivincita e che sanno di gratificazione e stima, per quelli che profumano di vaniglia e cose buone, per quelli da consumare sotto il tepore delle coperte che hanno il profumo dell’amore o di una vita da reinventare. L’autunno mette pace, è silenzioso e tranquillo. La natura poi ha del favoloso. I giardini, i boschi si colorano con sfumature bellissime.

Letizia Falzone, ci riveli qualche indiscrezione sulla trama?

In questo romanzo ho voluto evidenziare i rapporti che si creano all’interno di una famiglia e delle famiglie ad essa collegate e narra le vicissitudini dei suoi componenti attraverso più generazioni. Vicende con i loro intrecci, drammi. Sollevando tappeti, sviscerando armadi, scoprendo amori e sovvertendo ordini. Viene inoltre mostrato dove la famiglia vacilla e mette in discussione se stessa. Elena è la protagonista. Lei ha un rapporto aperto con i figli. Non impone regole ma cerca di coinvolgerli col dialogo. Nonostante tutto non riesce nel suo intento, ottenendo dei risultati opposti. Alla fine emergeranno debolezze e profonde incoerenze. Un romanzo dove non sempre vige la regola del “…e vissero felici e contenti”.

Perché si dovrebbe leggere Come le foglie rosse d’autunno?

Chi ha amato il primo volume non può assolutamente lasciarsi scappare questo libro. E poi per una serie di motivi, primo tra tutti i personaggi che sono sicuramente la forza di questo romanzo. Sono legati tra loro in quanto fanno parte della stessa famiglia, ma ciascuno di essi possiede una propria individualità e personalità molto forte. Un altro motivo per leggerlo è sicuramente il messaggio che trasmette. Non è una semplice saga familiare, ma tocca anche argomenti scomodi e delicati. Leggendolo, il lettore si troverà coinvolto in una lunga riflessione sull’accettazione di se stessi.

Come le foglie rosse d'autunno di Letizia Falzone

Come le foglie rosse d'autunno

di Letizia Falzone
Rossini (Rende)
Narrativa
ISBN  978-8831469104
cartaceo 14,50€

La domanda che non ti ha mai fatto nessuno: fatti la domanda e datti la risposta.

Parti da esperienze reali, autobiografiche o dalla tua immaginazione?
Per ciò che mi riguarda e, credo, per la maggioranza degli scrittori, la risposta è duplice: ogni scrittura è autobiografica e nessuna scrittura lo è. Perché se da un lato è vero che ogni scrittore deve scrivere sulla base delle proprie esperienze autobiografiche, ciò non implica che abbia bisogno di aver vissuto gli eventi descritti in un romanzo. Ciò che è essenziale è che lo scrittore abbia empatia con i propri personaggi. Una delle cose che mi dà maggiore soddisfazione come scrittrice avviene quando un lettore prova antipatia per uno dei miei personaggi. A me non importa tanto che i miei lettori li trovino simpatici, quanto che li giudichino veri, reali. Per fare ciò io utilizzo la mia empatia con i personaggi, allo scopo di entrare in loro e scoprire le cause delle loro azioni.

Il tuo romanzo si fa portavoce di qualche messaggio particolare, o si propone esclusivamente di intrattenere piacevolmente il lettore?

Come dicevo prima, questo romanzo tocca argomenti delicati. Si fa portavoce di più messaggi. La perdita di una persona cara e la forza che ci vuole per andare avanti. Il desiderio di maternità che sembra non potersi realizzare. La voglia di rinascere dopo un errore imperdonabile. Una saga familiare quindi che apre la visuale, che fa riflettere sui propri errori, che supera i propri limiti e trasporta con passione in un altro spazio.

Ringraziamo tantissimo Letizia Falzone per essere stata ospite degli Scrittori della porta accanto e, anche a nome dei nostri lettori, le auguriamo in bocca al lupo per suoi progetti futuri.

Silvia Pattarini

Silvia Pattarini
Madre di tre figli, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.
Il tempo di un caffè, Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni.

About Silvia P.

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità
Promozione laFeltrinelli


#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram