• Il mare e la nebbia di Rosa Santi
  • Sei mesi di prova
  • Petrolio bollente
  • Copertina del libro
  • La ricamatrice Maurizio Spano
  • Andrà tutto bene
  • Un errore di gioventù   Elena Genero Santoro
  • Telma - Claudia Gerini
  • Il buio d'Etiopa - Nicolò Maniscalco
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni
  • Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni
  • Storie di una assistente turistica
  • Da zero a 69
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponti sommersi, di Tamara Marcelli
  • Sulle ali della fantasia di Ornella Nalon
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Anche la morte va in vacanza al lago
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Grilli e Sangiovese
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ovunque per te, Elena Genero Santoro, PubMe
  • Racconti di stelle al bar Zodiak
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Un angelo protettore
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto

Scrittori, intervista a Gianluca Piattelli

Scrittori, intervista a Gianluca Piattelli

Caffè letterario A cura di Silvia Pattarini. Intervista a Gianluca Piattelli, in tutti gli store online col suo nuovo romanzo Diversità Splendore (PlaceBook Publishing): «La letteratura è un abisso in cui è piacevole tuffarsi».

Diamo il benvenuto a Gianluca Piattelli. Grazie per avere scelto il nostro web magazine culturale Gli Scrittori della Porta Accanto – Non solo libri.  Per scrivere un libro è necessario avere una storia da raccontare: qual è stata quell’alchimia, quella scintilla interiore che ti ha spinto a scrivere Diversità Splendore?

Era da tempo che desideravo raccontare le sensazioni, le vicissitudini, le emozioni provate durante l'anno trascorso a tu per tu con i disabili, ospiti di un istituto situato nella mia provincia. Era il lontano 1993 e svolgevo il servizio civile come obiettore di coscienza, che avevo scelto al posto del servizio militare. Ho dunque inventato una storia e vi ho inserito tutta la magia, tutta la poesia di quell'anno magnifico e irripetibile.

Ci ricordi i titoli delle tue precedenti pubblicazioni?

Ho pubblicato Lunarmalia nell'agosto 2019, con la stessa casa editrice, cioè Placebook Publishing & Writer Agency, che a quel tempo però si chiamava Pedrazzi Editore.

Diversità Splendore. Perché hai scelto proprio questo titolo?

Il primo giorno che misi piede nell'istituto sopracitato, mi sentii perso, non sapendo come approcciarmi ai disabili presenti. Le loro difficoltà psico-motorie mi mettevano a disagio, li vedevo strani, brutti, diversi. Dopo qualche giorno, cominciai a capire che avrei dovuto trattarli da pari a pari, come fossero persone uguali a me. Avrei dovuto tuffarmi, volente o nolente, in quella oscurità che li avvolgeva di mistero, avrei dovuto mettermi alla loro altezza. Allora quella diversità che percepivo iniziò a diminuire, fino ad assottigliarsi sempre di più e a scomparire. Coloro che in partenza avevo considerato persone stravaganti, buffe, quasi mostruose, ecco che ora diventavano belle, simpatiche, piacevoli. Cominciai a comunicare con loro, perché quello era lo scopo di noi accompagnatori, iniziai a parlare con loro anche se non ottenevo risposta, a dialogare con lo sguardo, ad abbracciarli, a prendere in collo quelli di corporatura più esile. E tutto cambiò. Essi iniziarono a comunicare (a modo loro, certamente) e quello che ricevetti in cambio fu una sorta di amicizia, una specie di affetto: ma amicizia e affetto non sono le parole giuste per descrivere quel sentimento strano che provavo. Scrivendo questo romanzo ho trovato il termine giusto. Il sentimento nuovo che ricevetti, in cambio della mia presenza tra quelle anime diverse, nonché speciali, è lo splendore del titolo del romanzo.

Gianluca Piattelli, ci riveli qualche indiscrezione sulla trama, così da farci addentrare meglio nel tuo contesto?

Si tratta di un delicato e a volte ironico viaggio nel mondo delle persone che spesso vengono considerate diverse. Pagina dopo pagina si entra in contatto con la vera essenza di quello che i normodotati chiamano handicap. Ho cercato di farlo con garbo, a volte con crudezza, sovrapponendo momenti onirici con sequenze di suspense. Spero che i lettori imparino a conoscere e ad amare i ragazzi dell’Istituto, appassionandosi per la loro inconsapevole avventura. È una storia semplice, ma che lascia il segno. Leo, Nicholas, Asialuna, Lisandro, Margherita, Monia e Giulia aspettano di essere amati, forse odiati, perché no. Una storia che farà annusare i contorni di un mondo poco conosciuto, strano, controverso, oscuro e, al contempo, capace di splendere al di là di ogni immaginazione. Ai lettori dico: lasciatevi prendere per mano, sedetevi comodi, aprite gli occhi e spalancate la mente.
Diversità Splendore di Gianluca Piattelli

Diversità Splendore

di Gianluca Piattelli
PlaceBook Publishing
Narrativa | Paranormal
ISBN  979-86366150756
Cartaceo 14,56€
Ebook 4,90€

Perché consiglieresti Diversità Splendore?

Perché è una storia che fa sorridere, commuovere e, allo stesso tempo, fa riflettere.

C'è una domanda che avresti voluto ti facessi? E quale sarebbe la risposta?

In che momento della giornata preferisci scrivere?
Preferisco scrivere la sera, dopo cena, luce soffusa, schermo di cellulare tra le dita, accoccolato sul divano, in compagnia dei miei due cagnolini che se la dormono beatamente.

Scrivere, a volte, diventa terapeutico. Ma non credo sia solo questo lo scopo del tuo libro. C'è qualche altra motivazione?

Scrivere per me è una malattia, quando prende l'ispirazione è come avere la febbre alta, soltanto buttando giù quello che hai da dire essa scende a livelli accettabili. Lo scopo del mio libro è comunque quello di far conoscere l'universo delle persone con gravi disabilità e far sì che queste siano accettate per quello che sono e amate come meritano.

Ringraziamo tantissimo Gianluca Piattelli per essere stato ospite degli Scrittori della porta accanto e, anche a nome dei nostri lettori, gli auguriamo in bocca al lupo per suoi progetti futuri.

Silvia Pattarini

Silvia Pattarini
Madre di tre figli, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.
Il tempo di un caffè, Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni.

About Silvia P.

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


br/>
Pubblicità
Promozione laFeltrinelli


#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram