Gli scrittori della porta accanto

Recensione: Il sogno dell'isola, un romanzo poetico di Tamara Marcelli

Recensione: Il sogno dell'isola, un romanzo poetico di Tamara Marcelli

Libri Recensione di Loriana Lucciarini. Il sogno dell'isola di Tamara Marcelli (PubMe – Collana Gli Scrittori della Porta Accanto). La lenta marea delle onde di un'anima inquieta.

Vi parlo di un libro profondo, introspettivo, capace di scavare e – a volte fare male – ma dotato di luce e poesia: Il sogno dell’isola, di Tamara Marcelli.
Tara ha una personalità complessa e sfaccettata, che si ritrae e si espande, proprio come il moto ondoso del mare.
Profonda, come gli abissi. Mutevole, come il mare in tempesta. In questo romanzo introspettivo scopriamo la sua vita, il passato, i pensieri, le tante forme che il suo animo prende e che si lascia scoprire, a poco a poco.
La Tara fragile, che annaspa nelle relazioni con gli altri.
La Tara debole, che si rifugia nel rifiuto al cibo.
La Tara affannata, che si perde nei suoi amati libri.

La Tara creativa, che recita a teatro, interpretando mille maschere e che balla, al ritmo dell'amata musica.

Tara e i suoi cuccioli, Tommy e Leo.
Tara e la felicità delle piccole cose, del suo mondo fatto di spazi speciali.
Tara e la determinazione, i successi professionali, il bisogno di stare sola, la necessità di gettarsi in abbraccio.
Complessa Tara, piena di contraddizioni.
Fragile, con l’anima di carta velina, eppure forte.
Lo sguardo di tigre e il cuore di leonessa.

E poi… Tara e Lawrence. L’amore.

Loro sono una coppia destinata a stare insieme, legata da un amore straordinario e unico. Lawrence è un uomo che ha il dono di saper amare davvero, anche nei silenzi, con gli sguardi che arrivano dentro e accarezzano e la profonda complicità. Lui ama Tara, con tutte le sue fragilità e la supporta nella scelta di ricerca di maternità, una maternità che però non arriva, nonostante il forte desiderio.
Una mancanza che diventa un vuoto doloroso e crudele.
Un vuoto che si espande ma che non porta alla rinuncia. L'agognato desiderio pertanto diventa un percorso fatto di sofferenza, sogni, incubi, paura, speranza.

Il sogno dell’isola ha un finale che spiazza eppure pieno di poesia.

Salutiamo questa donna forte, con l’anima di carta velina e lo scintillio negli occhi dei felini, certi di portarla assieme a noi con affetto. Perché Tara non va via, rimane.
Il merito è dell’autrice Tamara Marcelli, che, con abilità e precisione, ha saputo tessere una storia che scende sì negli abissi, ma rimane piena di colore, luce, emozione e poesia.

Il sogno dell'isola

di Tamara Marcelli
PubMe – Collana Gli Scrittori della Porta Accanto
Narrativa
ISBN 9788827519424
cartaceo 12,00€
ebokk 2,99€

Sinossi

«La mia vita è tutta qua. La mia follia sempre accanto per non soccombere al tempo, per non ingrigire, risucchiata dalla desolazione del mondo. Spesso serve bloccarsi, respirare e guardare indietro, per poter guardare avanti. Per guardare ad un sogno. E stare tra le stelle.»

Questo romanzo non è semplicemente il racconto di una storia d'amore, in tutte le sue accezioni, ma piuttosto quello di una vita che si interseca con molte altre. Un viaggio nel tempo che rappresenta un viaggio dentro se stessa. Fino alla consapevolezza dei propri incubi più segreti.
È la storia di Tara, la protagonista instabile e romantica, perennemente inquieta, innamorata della Vita, dell'amore e dell'arte. Il suo incontro con un Poeta, con un Musicista e con Laurence, l'uomo che diventerà il suo alter ego e la salverà dall'autodistruzione.
Una vita vissuta intensamente, tra luce e ombra. È la storia di un sogno che, una volta raggiunto, chiude il cerchio e rivive, trasfigurandosi, in nuovi occhi verdi. Nei sogni e nella vita, in un continuo scambio di dimensione e di senso, i segni diventano indizi, vanno colti e compresi.
Ciò che sembra squilibrio e irrazionalità, è emozione e istinto nel momento in cui incontra il mondo reale, le sue maschere, quelle che spesso si è costretti ad indossare per apparire "in linea" e sopravvivere. Ma l’anima va altrove.


Loriana Lucciarini
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Davide Dotto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità