Gli scrittori della porta accanto

Claudia Gerini presenta: Telma

Claudia Gerini presenta: Telma

Presentazione Libri Intervista a cura di Silvia Pattarini. Claudia Gerini presenta Telma (Pubme - Collana Gli Scrittori della porta accanto): «Una giovane donna, coraggiosa e forte, affronta il difficile viaggio del cambiamento, il viaggio della vita».

Claudia Gerini è nata a Pontedera negli anni ‘70, ha completato il liceo linguistico e dopo una breve esperienza universitaria si è inserita nel mondo del lavoro della grande distribuzione. Da più di 15 anni lavora nel reparto gastronomia di un supermercato. Ama il suo lavoro e il contatto con il pubblico. È madre di due figli e le sue più grandi passioni sono la lettura, i viaggi e la cucina. Adora la sua famiglia ed è ciò a cui si è ispirata per scrivere il suo primo libro, Il Sogno di Giulia. Il secondo libro, Telma, è ispirato alla storia della sua amicizia con la sua amica di vita, Katia.

Telma

di Claudia Gerini
PubMe – Collana Gli Scrittori della Porta Accanto
Narrativa
ISBN 978-8833664187
cartaceo 9,50€
ebook 2,99€
tazza letteraria 8,00€

Sinossi

Da un'isola del Brasile fino ad arrivare a Londra, passando per la Svizzera e l'Italia. La storia di Telma, una ragazza che decide di lasciare il suo piccolo angolo di paradiso per ricominciare una nuova vita in un mondo totalmente diverso da quello in cui è cresciuta. Telma affronta le avversità che le si presentano col sorriso sulle labbra e la forza di volontà che la contraddistingue. E anche se il destino sembra essere spesso contro di lei, troverà la forza di ricominciare ancora una volta, proprio dal punto in cui era partita.


L'autrice racconta



Claudia Gerini, benvenuta sul blog Gli scrittori della porta accanto. Raccontaci qual è stato il percorso che ti ha fatto approdare al mondo della scrittura: quando hai iniziato a scrivere e cosa?

Buongiorno, e grazie a voi! Mi è sempre piaciuto molto scrivere, fin da ragazzina. Il mio sogno era quello di diventare una giornalista. In realtà la mia vita ha preso tutta un’altra direzione ma la passione per la scrittura è rimasta in un cassetto finché non ho trovato il tempo e, perché no, anche un po’ di coraggio e ho ricominciato a scrivere.

Telma è la tua ultima fatica letteraria: vuoi ricordarci, i titoli delle tue pubblicazioni precedenti?

Il primo libro che ho scritto è stato Il sogno di Giulia dove racconto la storia di una donna e della sua famiglia che si trasferisce ai Caraibi e cambia completamente vita. In questo libro c’è tanto di me a partire proprio dal sogno di mollare tutto e stabilirmi ai Caraibi!

Esiste un filo conduttore o di aggregazione nei tuoi romanzi, oppure ciascuno è un mondo diverso, per trama e genere?

Tutti e due i miei libri parlano di donne. Le protagoniste sono donne forti, indipendenti e anche coraggiose che affrontano le gioie, ma anche le avversità, che la vita pone loro davanti con determinazione e anche un pizzico di leggerezza.

Telma è un bel racconto di viaggio che inizia in Sud America, giunge in Europa e termina in Italia. Perchè la protagonista decide di intraprendere questo viaggio?

Telma è ispirato alla storia di una delle mie più care amiche, Katia, che ormai trent’anni fa ha lasciato il Brasile per trasferirsi in Italia, prima in Calabria e poi nella mia cittadina in Toscana. Da questa sua storia personale ho preso spunto. Telma decide di partire e lasciare famiglia e amici dopo una delusione amorosa. Ma non si ferma in Italia, continua il suo viaggio fino ad arrivare a Londra.

Veniamo ai personaggi di Telma: raccontaci qualcosa dei protagonisti e svelaci qualche curiosità che li caratterizza.

Protagonista indiscussa di questa storia è Telma che da un’isoletta del Brasile dove splende sempre il sole e il mare sembra fatto di cristallo arriva in Italia, nel primo mondo, come è solita chiamarlo lei. Telma è inesperta, giovane ma coraggiosa e determinata. Ed è durante questo viaggio che diventa anche un po’ un viaggio interiore cresce e fa tante esperienze che rafforzano ancora di più il suo carattere. Accanto a Telma tanti personaggi e uno in particolare, Guido, che le farà battere il cuore di nuovo.

Secondo te i potenziali lettori prima di scegliere un libro leggono le recensioni o si affidano all’immagine di copertina o alla sinossi? O a tutte queste cose insieme?

Credo che la prima cosa che cattura l’attenzione in un libro sia di sicuro la copertina, o per lo meno è così per me. Se la copertina mi incuriosisce, è accattivante e mi ispira allora passo alla lettura della sinossi per avere la conferma se il libro mi possa piacere o meno. Penso che la copertina, il primo impatto sia molto importante. Certo è che le recensioni, per chi scrive libri, o almeno come me ci prova, siano un importante biglietto da visita per far conoscere i propri libri a più persone. Nella speranza che siano recensioni positive!

Parliamo un po’ di Claudia Gerini. Il tuo nome può essere causa di fraintendimenti, so che in alcune occasioni sei stata scambiata per la famosa attrice. Ci racconti gli episodi più divertenti?

Ormai ho fatto l’abitudine e quando dico il mio nome quasi tutti mi rispondono: “Come l’attrice?” Avrei tantissimi aneddoti da raccontarti! Ma quello più divertente di tutti è quello che mi è successo subito dopo l’uscita di Telma. La casa editrice, la Pubme, ricevette un invito da una fantomatica associazione culturale che non vedeva l’ora di presentare "il libro di Claudia Gerini". Addirittura avrebbero fornito vitto e alloggio e rimborso del viaggio. Io ero decisamente onorata. Wow, pensai, la mia Telma è appena uscita e già tutto questo successo! Ma sapevo già che era praticamente impossibile che fosse tutto vero. Immaginai subito che ci dosse essere stato un errore di persona e loro non volevano la Claudia Gerini me, ma la Claudia Gerini famosa. La cosa buffa e assurda è che era bastato loro leggere il nome e nemmeno si erano presi la briga di leggere la scheda dell’autore o almeno guardare la foto nel retro del libro. In effetti non si nota molto, ma io e la Gerini famosa siamo un tantino diverse!


Beh, incredibile, almeno un'occhiata alla fotografia potevano darla. Ridiamoci su. Claudia Gerini preferisce leggere alla vecchia maniera, sfogliando le pagine e annusando il profumo dei libri, oppure si è lasciato affascinare dalle innovative tecnologie e legge gli ebook?

Adoro leggere alla vecchia maniera. Adoro i libri, il profumo della carta… Non credo che mi abituerò mai agli ebook anche se ammetto che sono molto comodi specialmente se una persona deve viaggiare e adora leggere.

Ti piace scrivere di viaggi, quindi la domanda sorge spontanea: ti piace anche viaggiare? Meta del prossimo viaggio?

Viaggiare mi piace molto. Mi piace scoprire posti nuovi ma anche tornare dove sono già stata ed ho lasciato un pezzettino del mio cuore. Ogni volta è come se fosse un viaggio diverso. Mi piacerebbe tornare a viaggiare e mi piacerebbe tornare in Repubblica Dominicana, ma anche un bel safari in Tanzania o in Kenya non sarebbe poi così male!

Hai voglia di metterti in gioco impegnandoti personalmente nelle presentazioni dei tuoi libri e incontrare il pubblico di lettori?

Telma è uscito a gennaio 2020 ed ho fatto appena in tempo a presentarla in una piccola libreria del mio paese. Poi il Covid ci ha travolti tutti… Mi piacerebbe potermi raccontare di nuovo.

Hai ancora qualche sogno nel cassetto da realizzare, e perché no, anche progetti ambiziosi?

Mi piace scrivere e mi piacerebbe continuare anche se ritagliarsi del tempo tra figli, famiglia, lavoro è sempre molto difficile. Un paio di progetti ci sono, spero di trovare il tempo di lavorarci su.

E noi ti auguriamo tanti eventi dedicati ai tuoi libri, sia dal vivo che via web. Ringraziamo Claudia Gerini per essere stata con noi. In bocca al lupo per Telma e per i progetti futuri!

Silvia Pattarini

Silvia Pattarini
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Silvia P.

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità