Gli scrittori della porta accanto

Val di Sole da scoprire in un weekend

Val di Sole da scoprire in un weekend

Viaggi Di Lara Zavatteri. Val di Sole da scoprire in un weekend da marzo a settembre. Cosa fare e cosa vedere, tra natura, sport e musei.

La Val di Sole, con tante bellezze naturali e storiche, è una valle del Trentino da scoprire per una gita fuori porta nei mesi primaverili ed estivi.
Si snoda tra bassa, media e alta Val di Sole ed è attraversata dal torrente Noce su cui è possibile fare attività sportive e avventurose come hydrospeed e rafting.
Risalendo la valle, da non perdere il castello di Caldes – riaprirà il 18 marzo –, ubicato nell’omonimo comune. Si tratta di un antico maniero che, come per tutti i castelli, ha la sua leggenda, quella di Olinda e Arunte, due giovani innamorati e sfortunati.
Non è l’unico castello della Val di Sole.

A Ossana, il castello di San Michele.

Collocato in posizione strategica per una perfetta visuale a 360 gradi quando era necessario scorgere per tempo i nemici, il castello di San Michele non è l’unica cosa da visitare a Ossana. Bosco Derniga, infatti, è una sorta di oasi in cui è possibile scoprire tutto sul bosco, la biodiversità, gli animali che popolano la valle e si può raggiungere anche grazie al Sentiero degli gnomi, con sculture in legno. Nei mesi di luglio e agosto vengono proposte numerose attività, soprattutto per i più piccoli.

Cosa vedere? Antichi mulini, musei e chiese.

Per gli appassionati di api e miele, a Croviana c’è il MMApe, Mulino Museo dell’Ape, mentre a Pracorno (nella vicina val di Rabbi) esiste il Mulino Ruatti, un antico mulino ad acqua che ospita un museo per scoprire le antiche tradizioni.
A Vermiglio da non perdere la visita al forte austroungarico di Forte Strino e al Museo della Guerra Bianca. A Peio si segnala anche il Museo delle streghe.
Da non perdere, una delle chiese più belle della valle, quella di Pellizzano, famosa per i suoi affreschi. A Monclassico e Presson si possono ammirare invece le meridiane dipinte sulle abitazioni, diverse per tema, colori, materiali.

A Mezzana si può passeggiare lungo il Noce, per scoprire la bellezza e la pace di un paesino in quota.

Si può salire fino a Roncio.
Nel paese di Cavizzana, in bassa valle, si trova anche il Sass da la Guardia, un masso che ha permesso agli abitanti di salvarsi dalla peste del 1600. Qui, infatti, una guardia non permetteva a nessuno di entrare né di uscire dal villaggio, un antenato del lockdown di questi anni.
Nelle vicine valli di Peio e Rabbi si snoda il Parco nazionale dello Stelvio, settore trentino, con molte cose da scoprire, come le segherie veneziane che un tempo si utilizzavano per tagliare il legname in val di Rabbi.
Questo e molto altro si può trovare in Val di Sole nei mesi più caldi. Per tutte le informazioni e per restare aggiornati basta consultare il sito dell’Azienda di promozione turistica della valle www.visitvaldisole.it. Per programmare un viaggio, anche soloo un weekend fuori porta, per la primavera estate (occhio alle varie aperture) in una delle valli più affascinanti del Trentino.

Lara Zavatteri


Lara Zavatteri

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, il tuo feedback è davvero importante per noi. Oppure potresti iscriverti alla newsletter per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati. Oppure potresti offrirci un caffè e sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*.

About Davide Dotto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità