Gli scrittori della porta accanto

Aprile al cinema: 5 film da non perdere

Aprile al cinema: 5 film da non perdere

Cinema Di Stefania Bergo. Ad aprile due attesissimi sequel: quello di Downtown Abbey e di Animali fantastici. Torna anche il premio Oscar Joaquin Phoenix, con un dramma in bianco e nero.

Due attesissimi ritorni al cinema ad aprile. Arrivano nelle sale Downtown Abbey II – Una nuova era, dramma storico sequel del campione d'incassi 2019 Downtown Abbey, e Animali fantastici – I segreti di Silente, il terzo capitolo della serie dedicata ai prequel di Harry Potter – dopo Animali fantastici e dove trovarli e Animali fantastici – I crimini di Grindelwald – che raccontano scontri tra maghi e babbani molti anni prima che nascesse il piccolo mago con la saetta sulla fronte.
Torna anche il premio Oscar per Joker in C'mon c'mon, un dramma in bianco e nero che parla di legami e sentimenti famigliari, di crescita e bisogno di protezione, declinando tutto al maschile, con l'ennesima conferma di Joaquin Phoenix che «tiene il film a galla spargendo sensibilità su un terreno troppo cerebrale».

Tra i titoli al cinema in aprile anche due film tutti al femminile, intensi e drammatici.

Tra due mondi, con la bravissima Juliette Binoche, che parla di disoccupazione, precariato e sfruttamento, soprattutto se i lavoratori sono donne, e Una madre, una figlia, un film girato e coprodotto in Ciad, che affronta temi ancora tristemente attuali – «Aborto impedito, infibulazione imposta, stupro subito» – che ancora hanno bisogno di un dibattito, ma parla anche e soprattutto di solidarietà femminile.
Quale vi ispira di più? E quale, secondo voi, avrei dovuto consigliare tra quelli in uscita ad aprile? Se vi va, fatemelo sapere nei commenti.
E buona visione #soloalcinema!


C'MON C'MON

C'MON C'MON

In uscita il 7 aprile
Drammatico – USA, 2021.
Regia di Mike Mills.
Con Joaquin Phoenix, Gaby Hoffmann, Woody Norman, Scoot McNairy.
Mentre Mills s'interroga sulla genitorialità, Joaquin Phoenix tiene il film a galla spargendo sensibilità su un terreno troppo cerebrale.
Joaquin Phoenix è Johnny, un giornalista radiofonico molto preso da un progetto di lavoro che lo porta in giro per l'America a intervistare i bambini sul futuro incerto del nostro mondo. Sua sorella Viv (Gaby Hoffmann) gli chiede di badare a suo figlio di 8 anni, Jesse (Woody Norman), mentre lei si occupa del padre del bambino, che ha problemi mentali. Johnny si trova a legare con il nipote in una maniera che mai avrebbe previsto, portandolo con sé in un viaggio da Los Angeles a New York e New Orleans.
«Il suo è un viaggio nella genitorialità, la scoperta di un universo fatto di quotidianità, fatica, ma anche di voragini di sentimento, di domande inattese, di una relazione che non dà tregua e obbliga ad un continuo esercizio di comprensione di sé e dell'altro, tra rispetto e favoreggiamento dell'autonomia, da un lato, e necessità di non trascurare e di assicurare protezione, dall'altro. Mike Mills immagina questo viaggio in bianco e nero: perché è alle madri, secondo una citazione riportata nel film, che tocca rendere il mondo sicuro e a colori...»
Recensione di Marianna Cappi



TRA DUE MONDI

TRA DUE MONDI

In uscita il 7 aprile
Drammatico – Francia, 2021.
Regia di Emmanuel Carrère.
Con Juliette Binoche, Hélène Lambert, Léa Carne, Emily Madeleine.
Una bella prova di attori e non attori, sotto la guida coraggiosa di Emmanuel Carrère.
Una scrittrice "infiltrata" per mesi tra le donne delle pulizie del ferryboat che attraversa la Manica, donne costrette spesso a lavorare in condizioni disumane e al di fuori di ogni regola.
Lo scrittore e regista Emmanuel Carrère ha tratto la sceneggiatura di Between Two Worlds dal racconto autobiografico Il Quai de Ouistreham scritto dalla giornalista Florence Aubenas, e invece di trarne un documentario l'ha trasformato in un'opera di finzione che affronta temi di grande attualità: la disoccupazione, la crisi economica, l'assenza di servizi sociali adeguati, il precariato, lo sfruttamento nei luoghi di lavoro.



Animali fantastici – I segreti di Silente: il terzo capitolo della saga, una storia tra Rio de Janeiro e Berlino.

Animali fantastici – I segreti di Silente
Avventura – USA, 2022.
Regia di David Yates.
Con Kevin Guthrie, Poppy Corby-Tuech, Jessica Williams, Mads Mikkelsen, Ezra Miller.
Distribuzione Warner Bros Italia.
Uscito il 13 aprile

L'ascesa al potere di Grindelwald va fermata. Il suo proposito di trasformare il mondo magico in una platea di ciechi sottoposti e di dichiarare guerra aperta al mondo dei non maghi non deve andare in porto. Ma Silente non può attaccarlo: glielo impedisce un patto di sangue stretto in giovane età, quando il suo peggior nemico era la persona a lui più cara. Tocca dunque a Newt Scamander e alla sua squadra agire per conto di Silente: insieme al fratello Theseus, all'assistente Bunty, alla collega Lally, a Yussuf Kama e al più coraggioso dei non maghi, il pasticcere Jakob Kowalski, Newt dovrà impedire che l'inganno e il terrore abbiano la meglio nell'elezione del nuovo leader del mondo magico.
«Il capitolo è dedicato a Silente, fin dal titolo, e Jude Law supera brillantemente la prova, offrendo un Albus non scontato, ancora lontano dalla saggezza che lo contraddistinguerà durante il ciclo scolastico di Harry Potter, ancora imperfetto e preda delle emozioni, e persino un po' vanesio, potendoselo permettere.»

Recensione di Marianna Cappi su www.mymovies.it




UNA MADRE, UNA FIGLIA

UNA MADRE, UNA FIGLIA

In uscita il 14 aprile
Drammatico – Ciad, Francia, Germania, Belgio, 2021.
Regia di Mahamat-Saleh Haroun.
Con Achouackh Abakar Souleymane, Rihane Khalil Alio, Youssouf Djaoro.
Un ritratto sociale e politico del Ciad contemporaneo, lucido e senza concessioni.
Otto anni dopo Grigris, favola umanista su un eroe fragile in un mondo pericoloso e sulla pista da ballo, Mahamat-Saleh Haroun prosegue la sua opera coerente, disegnando un ritratto sociale e politico del Ciad contemporaneo. Aborto impedito, infibulazione imposta, stupro subito, ce n’è abbastanza per cui sollevarsi e battersi. E la solidarietà femminile nasce immediata sotto i nostri occhi e contro le tradizioni secolari. Quella sorellanza spontanea è sufficiente a dare al film il suo senso. I temi trattati sono forti e restituiti con sincerità e impegno. Tuttavia a confrontarsi con le considerazioni che pongono e gli abusi che denunciano si corre sovente il rischio di accontentarsi. Una madre e una figlia è un film degno sull’indegnità ma è ‘privo’ di cinema. Dal punto di partenza non si dispiega mai un gesto potentemente cinematografico e politico. La forma resta classica, non è certo un difetto, e la forza politica ancorata principalmente al suo soggetto: il controllo sul corpo femminile e la sua marginalizzazione.



DOWNTON ABBEY II - UNA NUOVA ERA

DOWNTON ABBEY II - UNA NUOVA ERA

In uscita il 28 aprile
Drammatico – Gran Bretagna, 2022.
Regia di Simon Curtis.
Con Julian Fellowes, Hugh Bonneville, Michelle Dockery, Imelda Staunton, Maggie Smith.
Il sequel del film campione d'incassi del 2019.
Torna con un secondo capitolo cinematografico la saga sulla famiglia aristocratica inglese all'inizio del XX secolo.
Il film sarà il sequel di Downtown Abbey del 2019. Entrambi i film sono basati sulla serie di successo creata da Julian Fellowes che si è svolta in sei stagioni sull'emittente britannica ITV dal 2011 al 2016. La saga di una famiglia aristocratica inglese all'inizio del XX secolo si è rivelata un successo globale.


Credits: www.mymovies.it



Stefania Bergo
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, il tuo feedback è davvero importante per noi. Oppure potresti iscriverti alla newsletter per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati. Oppure potresti offrirci un caffè e sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*.

About Gli Scrittori della Porta Accanto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità