Gli scrittori della porta accanto

Stefano Caselli presenta: Cuori nella nebbia

Stefano Caselli presenta: Cuori nella nebbia

Presentazione Libri Intervista a cura di Silvia Pattarini. Stefano Caselli presenta Cuori nella nebbia (Cento autori): «Un investigatore tormentato e tenace, che sembra un tutt’uno con la nebbia in cui si trova a indagare».

Stefano Caselli è nato ad Alessandria e vive ad Arona. Ama leggere e passeggiare sulle rive del suo lago. In una mattina dove la nebbia era più fitta del solito, in quella bruma si è perso. Ma è proprio lì che ha incontrato i personaggi di questa storia.
Quello di Stefano Caselli è un esordio importante, che rimarrà. Sulla scia dei grandi maestri del thriller come Connelly, Rankin e Nesbø, Caselli dipinge un investigatore tormentato e tenace, che sembra un tutt’uno con la nebbia in cui si trova a indagare. I lettori di noir avranno un nuovo personaggio a cui affezionarsi. Piergiorgio Pulixi



Cuori nella nebbia

di Stefano Caselli
Cento autori
Thriller | Noir
ISBN 97-8868722975
cartaceo 15,00€

Sinossi 

In un’Alessandria avvolta da una nebbia opprimente, viene commesso un brutale omicidio. L’assassino, dopo aver ucciso, ha lasciato sul corpo della vittima la statuina di un angioletto con le ali nere, che regge tra le mani un cuore. L’ispettore capo Marco Fossati, un tipo solitario, ma dal grande talento investigativo, viene incaricato di indagare sul delitto, anche se sta ancora facendo i conti con un amore finito e una situazione personale mai risolta, che aleggia come un fantasma sulla sua esistenza e rischia di travolgerlo. Ma c’è di più. Il dettaglio del cherubino abbandonato sulla scena del crimine, come a protezione del cadavere, lo mette in allerta: sembra un segnale destinato a lui, come se il killer lo stesse sfidando in un gioco perverso. Intanto, mentre l’indagine stenta ad avanzare, l’assassino continua a colpire, protetto dalla nebbia. Ed è proprio in quella foschia che Fossati si dovrà addentrare per scovare l’uomo che sta terrorizzando la città, con la paura che le azioni dell’omicida siano mosse dal suo stesso motore: l’amore. Con una trama densa di colpi di scena, Caselli tratteggia una città che sembra aver perso la propria anima, dipingendo personaggi memorabili, in cerca di una redenzione forse impossibile, ma che continuano imperterriti a sfidare le ombre. Fuori e dentro di loro.


L'autore racconta



Diamo il benvenuto a Stefano Caselli sul blog de Gli scrittori della porta accanto. Ti offro volentieri un caffè fumante. E ora passiamo al tuo esordio letterario: come è nata l’idea di scrivere Cuori nella nebbia?

Da appassionato lettore di Piergiorgio Pulixi, seguendolo sui social ho scoperto i corsi di scrittura degli Scrittori della porta accanto. Mi sono iscritto per curiosità, per capire come nasce un romanzo e diventare un lettore più consapevole. Durante le lezioni mi sono appassionato e ho chiesto se fosse possibile parlare con Piergiorgio di un’idea che avevo da tempo e non ero mai riuscito a portare avanti per mancanza di un metodo di lavoro.
Lavorando sull’idea iniziale è nata la trama del romanzo che man mano si è arricchita di personaggi e sottotrame che ritengo importanti per dare sostegno alla storia principale.
Scrivere è un momento di evasione, un modo per ricaricare l’energia. Stefano Caselli

Quindi l’incontro con Piergiorgio Pulixi si è stato determinante, grazie anche ai nostri corsi di scrittura creativa. Quanto si è rivelato utile partecipare ai corsi? Qual è stato l'insegnamento migliore che ne hai tratto?

La partecipazione ai corsi di scrittura creativa è stata fondamentale. Ho acquisito un metodo di lavoro: per me è indispensabile creare una scaletta di trama robusta e dettagliata e solo dopo averla realizzata incomincio a scrivere. In questo modo, quando scrivo una scena, sono tranquillo di non andare fuori tema e di non trascinare fuori strada con me anche il lettore, perché so cosa succederà in quella determinata scena e nelle successive.
Inoltre, ho imparato che scrivere richiede impegno e disciplina, non si può aspettare che arrivi l’ispirazione. Per me, che scrivo per hobby e ho un lavoro molto impegnativo, è indispensabile organizzare le giornate per sfruttare al meglio i ritagli di tempo.
Stefano Caselli ha seguito uno dei miei corsi sulle Tecniche di narrazione e poi abbiamo continuato a lavorare insieme al suo primo romanzo. Ciò che più mi ha colpito in lui - pur essendo un esordiente completo - è stata l'estrema passione, dedizione e professionalità: Stefano si è messo in gioco con molta umiltà, voglia di imparare e di fare bene. E il duro lavoro, come sempre, ripaga di tutti gli sforzi. Piergiorgio Pulixi

Piergiorgio Pulixi dice del tuo libro «Caselli dipinge un investigatore tormentato e tenace, che sembra un tutt’uno con la nebbia in cui si trova a indagare». Le sue parole mi incuriosiscono, ci racconti qualcosa di Cuori nella nebbia?

Cuori nella nebbia è un noir con sfumature di thriller, ambientato in una piccola città di provincia, Alessandria, avvolta da una nebbia opprimente. È un romanzo di solitudini e sensi di colpa, di assenze, che racconta una caccia all’uomo in cui cacciatore e preda si scambiano continuamente i ruoli, fino a capire che sono entrambi due facce della stessa medaglia.
Vengono commessi degli omicidi, alcuni dei quali hanno in comune la firma lasciata dall’assassino: un angioletto in ceramica bianco, con le ali nere, che stringe tra le mani un cuore.
A indagare, l’ispettore capo della polizia Marco Fossati, un uomo duro e tenace, stropicciato dalla vita, con alle spalle una situazione personale non risolta che lo rende vulnerabile. Durante le indagini il protagonista scoprirà che l’angioletto è una sorta di sfida lanciata dal killer che sembra avere piani oscuri anche nei suoi confronti.
La nebbia è una vera e propria protagonista di questo noir: non soltanto avvolge la città, ma rappresenta sia la confusione che alberga nell’animo del protagonista sia un elemento di protezione che aiuta l’assassino a muoversi indisturbato. Ed è in quella nebbia densa, ostile e a tratti diabolica che Fossati si dovrà inoltrare per scovare l’uomo che sta terrorizzando la città, salvo scoprire che il killer sarà mosso nelle sue azioni dal suo stesso motore: l’amore.

Com’è stato lavorare affiancato da un grande scrittore come Piergiorgio Pulixi?

Lavorare con Piergiorgio Pulixi è stato un grande privilegio e un’emozione fortissima, anche perché è uno dei miei scrittori preferiti e mai avrei immaginato che un giorno mi sarei trovato faccia a faccia con lui a ragionare sulla trama di un romanzo.
Durante i nostri incontri ho avuto modo di approfondire alcune tematiche affrontate nei corsi organizzati dagli Scrittori della porta accanto e così ho scoperto che Piergiorgio non solo è un bravissimo insegnante, disponibile e generoso, ma soprattutto una persona speciale.


Una domanda che vorresti che il lettore si facesse durante la lettura di Cuori nella nebbia...

Una domanda che vorrei che il lettore si facesse durante la lettura è: «Chi è più colpevole?»

A chi consigli la lettura di Cuori nella nebbia?

Ai lettori che amano una narrazione ben ritmata, con capitoli veloci dove la tensione narrativa è costante.
Cuori nella nebbia è anche un romanzo dove è ben presente la storia personale del protagonista e delle persone a lui vicine che con diverse sottotrame vanno a dare sostegno alla storyline principale, quella della caccia al killer dei cuori.

I progetti per il futuro di Stefano Caselli...

Ho da poco terminato il mio secondo romanzo che ha ancora come protagonista Marco Fossati e mi auguro possa avere la stessa sorte di Cuori nella nebbia.

E noi te lo auguriamo di tutto... Cuore! Ringraziamo tantissimo Stefano Caselli per essere stato ospite di questo Caffè Letterario, lo spazio degli Scrittori della porta accanto dedicato agli autori, e averci presentato il suo romanzo d'esordio Cuori nella nebbia. Anche a nome dei nostri lettori, gli auguriamo in bocca al lupo per suoi progetti futuri.



Silvia Pattarini


Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di iscriverti alla newsletter per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti? Oppure potresti sostenerci acquistando tazze letterarie, magliette, borse di tela, borracce e puzzle ispirati ai nostri libri o semplicemente offrirci un caffè. Te ne saremmo davvero grat*!
Oppure potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi di questo articolo (puoi commentare con Blogger o Facebook), il tuo feedback è davvero importante per noi.
NB: Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi della immagine o della onorabilità di terzi, razzisti, sessisti, spam o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti a insindacabile giudizio degli autori stessi.

About Silvia P.

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
0 commenti

Posta un commento

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Pubblicità
Prenota il tuo viaggio in Italia con Booking.com



Libri in evidenza


Pubblicità