• La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Storie di una assistente turistica 2
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ad ali spiegate, Ornella Nalon - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Noi e il 68
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

La stanza numero cinque



Prima di giudicare la mia vita o il mio carattere mettiti le mie scarpe
(Luigi Pirandello)
Leggo commenti feroci sui social ogni volta che si parla di aborto e diritto alla vita. Utenti schierati che sentenziano verità con l’irruenza di predicatori incalliti o vomitano giudizi senza soffermarsi un solo istante a indossare le scarpe delle persone che si arrogano il diritto di giudicare. Eppure, una delle prime cose che ho imparato in vita mia è stata proprio: non giudicare mai. Non prima di averle indossate, quelle scarpe, almeno qualche ora. Il che, essendo fisicamente impossibile, esclude con banale ovvietà il giudicare dall’alto con il solo nostro metro.
Ho iniziato a pensare a questo racconto a maggio, in occasione dei 40 anni dall’entrata in vigore della Legge 194 che ha depenalizzato e disciplinato le modalità di accesso all'aborto.
Volevo raccontare storie di donne che hanno scelto l’aborto.
Per insindacabili motivi.
E proprio perché insindacabili non mi interessava soffermarmi su di essi. Volevo accendere un riflettore sulle donne.
Ci sono così tante ragioni e sfumature, così tante scarpe differenti, che sarebbe stato impossibile raccontare una storia per ognuno di essi. Così, mi sono limitata a loro. Alcune le ho conosciute, altre inventate, mettendo insieme frammenti di vita comunque vera.
Sei donne si ritrovano a raccontare la loro storia in una stanza d’ospedale in attesa dell’intervento programmato per la mattina seguente. Si tratta di Liliana e della giovane figlia Chiara, di Miriana, futuro amministratore delegato di una multinazionale, Daniela, architetto e madre di quattro figli, Valeria, editor in una casa editrice, ed Eva. Cinque di loro sono in lista per un aborto. Ma condividere le loro storie l’una con l’altra crea un cerchio di confronto ed empatia in grado anche di mettere in discussione la loro scelta. Forse.

«Immagino siano comode» disse l'infermiera infilando le provette nella rastrelliera.
Eva ci pensò un po’ prima di rispondere. «Beh, non saprei. Dovrebbe provarle…»


La stanza numero cinque

Editore: StreetLib
Collana: Gli scrittori della porta accanto
Genere: Narrativa | Fiction | Romanzo breve | Romanzo Psicologico
ISBN: 9788827558690

Ebook: 0,99€
Amazon
Bookrepubblic
StreetLib
Ibs

Cartaceo: 5,99€
Amazon
StreetLib

Immagine di copertina Martino Pietropoli
unsplash-logoMartino Pietropoli

Hai già letto il libro? Ti è piaciuto e vuoi consigliarlo a qualcuno? Allora lascia un commento su Amazon o condividi questa pagina, per favore. È un modo per aiutare gli autori indipendenti a farsi conoscere e per far scoprire ad altri lettori piacevoli romanzi, piccole perle che altrimenti passerebbero inosservate. Grazie!




Da romanzo breve a romanzo corale.

Ho volutamente lasciato incompiuto questo racconto. Al lettore è lasciato il libero arbitrio di scegliere l’epilogo, dopo aver conosciuto ognuna delle protagoniste e aver indossato, idealmente, le sue scarpe.
Come andrà a finire?
Qualcuna di loro ci ripenserà?
E cosa succederà dopo?
Tutti i capitoli finali inviati all’autrice saranno inseriti nella seconda edizione prevista per maggio del 2019.
Per chiudere il cerchio.
Un altro.

Trattandosi di capitolo finale di questo romanzo, verranno presi in considerazione solo testi originali scritti in italiano corretto. Non è necessario che seguano lo stile dell'autrice, anzi, sarà interessante anche il taglio che ognuno saprà dare alla storia, oltre al diverso contenuto.
Non saranno presi in considerazione testi ritenuti insindacabilmente offensivi e/o lesivi del decoro e dell’altrui dignità. Il senso di questo esperimento letterario è di raccogliere più punti di vista differenti, non giudizi, per ampliare la discussione, allargare il cerchio, sempre senza dimenticare di indossare le scarpe degli altri.
Empatia, non condanne. Confronto, mai scontro.
I testi dovranno essere originali (frutto dell'ingegno dell'autore e inediti o editi ma non sottoposti ad altro contratto editoriale) e pervenire all'indirizzo gliscrittoridellaportaaccanto@gmail.com entro e non oltre la mezzanotte del 28 febbraio 2019, indicando chiaramente il nome dell'autore che si assume la responsabilità di quanto scritto.
All'atto della pubblicazione della seconda edizione di La stanza numero cinque, l'autore può scegliere di comparire col suo vero nome o con uno pseudonimo. In ogni caso, l'autore autorizza Gli Scrittori della Porta Accanto alla pubblicazione, divulgazione e diffusione in tutte le sue forme dell'elaborato ceduto a titolo gratuito e permanente, di cui dichiara di essere l'unico titolare e di cui si assume la responsabilità integrale dei contenuti, liberando espressamente Gli Scrittori della Porta Accanto da ogni responsabilità civile e penale derivante dallo stesso.

Rassegna stampa

Cultura al Femminile, recensione di Emma Fenu.
Scintille d'anima, recensione di Loriana Lucciarini.

Della stessa autrice


CON LA MIA VALIGIA GIALLA

Editore:  StreetLib - Collana Gli Scrittori della Porta Accanto
Genere: Memoir di viaggio
ISBN: 9788827558690
cartaceo 9,99€
ebook 2,99€

MWENDE. RICORDI DI DUE ANNI IN AFRICA

MWENDE. RICORDI DI DUE ANNI IN AFRICA

Editore:  StreetLib - Collana Gli Scrittori della Porta Accanto
Genere: Memoir di viaggio
ISBN: 9788827558690
cartaceo 12,99€
ebook 2,99€
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram