• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Libri] "Volevo un marito nero" di Valentina Gerini, recensione di Stefania Bergo

Volevo-un-marito-nero-Valentina-Gerini-recensione

Volevo un marito nero, di Valentina Gerini, StreetLib collana Gli scrittori della porta accanto, 2017 (seconda edizione). Atmosfere esotiche, viaggi in terre lontane, lungo l’equatore, a inseguire il sole, l’amore, nuove culture.

Leggere “Volevo un marito nero” è come viaggiare. Dalle spiagge bianche di Zanzibar, alla Repubblica Dominicana. Seguire un flusso di colori, profumi, sensazioni sotto cieli che parlano lingue differenti.
Federica, la protagonista, fa uno dei lavori i più belli del mondo: la guida turistica. Lei però, non si limita a intrattenere i turisti organizzando loro la giornata o gestendo i piccoli grandi problemi che possono sorgere lontani da casa. Non si limita nemmeno a godersi il tempo libero con i colleghi. No. Lei ha brama di conoscenza. Vuole vivere il substrato locale, paradossalmente in un modo diametralmente opposto a quello che propone ai suoi clienti.
L’autrice è brava a trasmettere la propria essenza alle pagine, il suo desiderio di affondare le dita nella terra che calpesta, carpirne i segreti. Ascoltare.
E così, sulle bianche spiagge di Zanzibar al profumo di fiori e cocco, cammina scalza e balla con i Masai, trascorrendo ore e ore a parlare. La lingua è un ostacolo, lei non conosce che poche parole di Swahili, ma la comunicazione è efficace, attingendo al colore dei gesti che aiutano a comprendere, quando c’è la volontà di farlo.
Ebbra di Africa, descritta dall’autrice in modo gentile, quasi a renderle omaggio, ricreandone le atmosfere serene che avviluppano come un mantello caldo a dispetto di tutto, Federica torna a casa, o meglio, torna in Italia, perché ormai “casa” è altrove, è lì dov’è rimasto il suo cuore. Qui, si ammala e sperimenta così, sempre sulla propria pelle, un’altra delle miriadi di facce del vivere in una terra meravigliosa ma disgraziata.
Con timore e l’imbarazzo tipico di chi pensa di aver tradito gli amici in attesa e soprattutto se stesso, Federica riparte, questa volta per la Repubblica Dominicana.
Qui, la Gerini descrive con la stessa passione il calore dei ballerini di salsa e della cordialità delle persone che incontra anche solo con lo sguardo passeggiando per le strade. Ritrova i sorrisi, “quei” sorrisi intensi di chi vive di ciò che la vita ha messo loro nel piatto, senz’ansia di avere di più. Sorrisi che non sono più velati di malinconia, ma puri e scoppiettanti come una risata di pancia.
In questa nuova terra che la cattura al pari dell’Africa, Federica incontra anche il suo amore, quello che ha sempre cercato e che le era stato predetto da una fattucchiera, quasi per gioco. Ronny. Bello, scuro, quel “marito nero” che ha sempre saputo avrebbe sposato. La loro vita di coppia viene descritta in modo dolce, morbido, se ne sente la genuinità in ogni parola, la purezza di una vita semplice, un matrimonio che risente dei tempi burocratici per ottenere visti e permessi, vidimati appena qualche minuto prima della cerimonia.
In questo libro c’è tanta dolcezza nel descrivere i paesaggi e i personaggi, un tocco vellutato che l’autrice dedica indistintamente anche alle emozioni . Non ci sono toni forti, aspri.
Volevo un mario nero” è una sferzata di ottimismo, di positività. È la vita di Valentina e del suo amore per la terra, per suo marito.
Consiglio di leggerlo sotto una coperta morbida, d’inverno, quando il bisogno di sole e di coccole diventa asfissiante.

Volevo-un-marito-nero-Valentina-Gerini

Volevo un marito nero

Da Zanzibar ai Caraibi, inseguendo il sole e l'amore.
Molte ragazze sognano il principe azzurro ma Federica, che di lavoro fa l'assistente turistica, lo sogna nero.
Con la sua voglia di viaggiare, di vivere, di conoscere il mondo e le culture differenti, va da un capo all'altro del mondo col cuore aperto, accogliendo tutto ciò che il viaggio le regala.
Atterrata a Zanzibar, capisce subito che l'Africa la segnerà definitivamente. I Masai, gli odori delle spezie, i colori del mare. Tutto lascia pensare che abbia finalmente trovato il suo posto nel mondo.
Ma il Tour Operator per il quale lavora la sposta nuovamente, in Repubblica Dominicana. E il Mal D'Africa si fa sentire ed è così forte da sembrare una vera malattia. Poi la bachata, il merengue e il calore dominicano iniziano a fare effetto, come un antidoto e, piano piano, s'innamora anche di questa terra.
Tra le difficoltà che le si presentano di fronte in questo nuovo luogo, le scelte che si rendono necessarie, Federica ricomincia a vivere.

di Valentina Gerini | StreetLib | Romance, Narrativa di viaggio
ISBN 978-88-6307-616-5R | ebook 0,99€ | cartaceo 5,99€


Stefania Bergo
Non ho mai avuto i piedi per terra e non sono mai stata cauta. Sono istintiva, impulsiva, passionale, testarda, sensibile. Scrivo libri, insegno, progetto ospedali e creo siti web. Mia figlia è tutto il mio mondo. Adoro viaggiare, ne ho bisogno. Potrei definirmi una zingara felice. Il mio secondo amore è l'Africa, quella che ho avuto la fortuna di conoscere e di cui racconto nel mio libro.
Con la mia valigia gialla, 0111Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO