• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

L'incipit | #67 "I love shopping a Venezia" di Sophie Kinsella



I Love Shopping 
A Venezia
di Sophie Kinsella
Mondadori

Free download

Okay. Niente panico.
Niente panico. La barca non affonderà. Basta sistemare un po’ meglio la roba. Questi taxi acquei veneziani verranno pur usati per fare un po’ di shopping, no?
«Che diavolo è questo?» Luke è tutto sudato mentre carica il nostro ultimo acquisto sul taxi: un grosso pacco rivestito di cartone ondulato, cellophane millebolle e scotch.
Lo fisso indignata. C’è bisogno di chiedermelo?
«È il nostro servizio da dodici calici di vetro di Murano!» rispondo. «C’eri anche tu quando li abbiamo scelti! Ricordi i colori diversi? Non eri attento?»
«Ah, okay.» Luke guarda di nuovo il pacco enorme. «Era proprio necessario comprare dodici calici?»
«Sono di vetro di Murano» gli spiego paziente. «Siamo a Venezia, Luke. Tutti comprano oggetti in vetro di Murano a Venezia. Praticamente è obbligatorio.»
«Ma avevamo già comprato una cosa di vetro di Murano» ribatte. «Ieri, quando siamo andati lì. Il piatto. Ricordi?»
Rimango zitta per un attimo. Lo so che abbiamo comprato un piatto a Murano. Ma che cos’è un piattino minuscolo rispetto a dodici splendidi calici? Immagino già le cene che organizzeremo usandoli per gli aperitivi. Avremo una sala da pranzo tutta veneziana. La gente dirà: “Hai visto i calici veneziani dei Brandon?”.
«Tutti hanno bisogno di calici» dico alla fine. «Su, dài, siediti. Goditi il sole.»
Luke si fa strada fra i sacchetti e fa un cenno al tassista con la mano.
«Scusi» dice in italiano. «Finito.»
Mentre il taxi si immette nel canale, mi rilasso contro lo schienale del sedile, mi infilo gli occhiali da sole e sorrido a Luke. Stiamo trascorrendo una luna di miele perfetta. Anzi, straperfetta.
A dirla tutta, ne avevamo proprio bisogno. Tutta la faccenda del nostro matrimonio si era trasformata in una specie di saga ed entrambi avevamo accumulato un bel po’ di tensione. Anzi, a un certo punto ho temuto che ci venisse un esaurimento nervoso. O un infarto. (O un’orribile dermatite da stress, che sarebbe stato persino peggio.) Be’, comunque. Ormai mi sembra passato un secolo. La settimana scorsa siamo partiti da Oxshott e abbiamo trascorso una settimana a Roma, poi abbiamo preso l’aereo per Venezia. Siamo qui da due giorni e sono già abituatissima a spostarmi per i canali. Anzi, non so perché non usiamo un po’ di più il Tamigi a Londra. Perché non abbiamo anche noi gondole e taxi acquei che vanno avanti e indietro in continuazione? E guarda come sono tutti eleganti i gondolieri con le loro magliette a righe e le loro pagliette in testa. Perché i tassisti di Londra non indossano una divisa come quella? Ci si aspetterebbe che il sindaco si occupasse di cose del genere. Anzi, magari gli scrivo una lettera.
«Luke, quando torniamo a Londra, credo che dovresti andare al lavoro in barca» dico decisa. «È una scelta davvero sensata. Probabilmente anche più ecologica. Magari potresti addirittura comprartene una!»
Luke si gira a guardarmi. Vedo i contorni del suo viso sullo sfondo di uno splendido palazzo veneziano con le imposte scrostate e non riesco a decifrare la sua espressione.
«Tesoro, continuerai così per tutto il giro del mondo?» mi domanda alla fine.
«Eh?»
«Quando saremo in Sri Lanka, mi dirai che dovrei proprio cominciare ad andare al lavoro in groppa a un elefante?»
«No!»
«Quando saremo al Polo Nord, vorrai comprare uno Ski-doo?»
«No!» ripeto, chiedendomi immediatamente che cosa sia uno Ski-doo e quanto costi. «Be’, in ogni caso non andremo al Polo Nord.»
«Oh, bene, mi fa piacere.»
Gli stringo forte la mano e gli sorrido. Tocca a me scegliere l’itinerario e non gli ho ancora detto dove andremo, solo che faremo il giro del mondo. Desidero sorprenderlo strada facendo.
Inoltre, voglio essere elastica. Magari preferisco fermarmi un po’ di più in un posto… tralasciarne un altro… farmene venire in mente uno completamente nuovo… Magari invece dovremmo andarci, al Polo Nord. Ho sempre desiderato vedere i pinguini. O forse sono al Polo Sud? Possiamo andare in tutti e due i poli?
Be’, comunque. Il punto è che abbiamo un anno da riempire. Solo al pensiero mi sento scoppiare di gioia. Siamo liberi! Luke ha ceduto temporaneamente la direzione della sua azienda, la Brandon Communications, al suo vecchio amico Michael. Non abbiamo impegni, quindi non abbiamo neppure programmi rigidi da seguire. Non siamo turisti, bensì viaggiatori.


Altri romanzi chick-lit o di amori in viaggio...

Titolo:  LA MITICA 500 BLU
Editore:  Lettere Animate
Genere: Chick-lit



Titolo:  VOLEVO UN MARITO NERO
Editore:  0111 Edizioni
Genere: Romance



Titolo:  LA NOTTE DELLE STELLE CADENTI
Editore:  Lettere Animate
Genere: Romance


★★★★★

Il buon giorno di vede dal mattino, dicono, e un buon incipit e una copertina accattivante possono essere il perfetto bigliettino da visita di un libro.
Secondo voi, quante stelline si merita il biglietto da visita di questo libro?

Tutti i nostri incipit:

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO