• Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

I tuttologi di Facebook: ieri allenatori, oggi esperti di terremoti, di Angelo Gavagnin

facebook-like

Tutto per un "mi piace": citazioni e frasi ad effetto acchiappa like. Il pazzo chiacchiericcio su Facebook e la follia di quelli che sanno sempre tutto.

Ci sono in giro molti segnali di pazzia. Scrivo a ridosso del terremoto disastroso che ci ha tutti sconvolti, e in questi giorni non sono stato in grado di intervenire avendo poco da dire, ho solo letto molti post. Alcuni in tema come quello di Elena Genero Santoro, laureata in ingegneria, sulle costruzioni antisismiche ([Scienza] Progettazione sismica: perchè in Giappone funziona e in Italia no). Molti invece i commenti gratuiti.
Invidio le certezze di alcuni che subito hanno preso posizioni anche le più strane, molti hanno immediatamente indicato i responsabili, alla fine con poca fantasia perché sono quelli più di moda. Ogni periodo ha i suoi, qualche anno fa il responsabile di tutto era Silvio, oggi, per la quasi totalità dei social è Matteo.
Notiamo anche che ognuno è generoso, però con il portafoglio di qualcun altro perciò : "devono pagare gli immigrati", "devono pagare i politici", per definizione tutti ladri, "devono pagare i cantanti" che prendono i soldi appunto cantando ( sarà mica un lavoro ), e poi " devono pagare i miliardari Rai", Fazio, Vespa, Litizietto ecc ecc . Dimenticavo, molto citati anche i calciatori che tirando calci ad una palla e per di più in mutande, diventano ricchissimi, loro devono pagare.
Tutto questo sui social, nella realtà, per fortuna, molte persone senza postare niente e senza cercare inutili e comodi colpevoli, sono partiti a scavare e salvare vite. Resteranno sconosciuti e con nessun "mi piace".
Molti "like " invece per le citazioni più commoventi magari pure queste fatte in mutande. Frasi di sicuro effetto, se ne trovano a centinaia. Sembra che nessuno sappia più fare un ragionamento, tutti a citare belle frasi copiate, è l'era dell'aforisma che spiega tutto. È una cosa che mi deprime. Diciamo il nostro dolore, il nostro amore, con parole nostre, forse le frasi risulteranno meno perfette ma saranno vere, saranno nostre.

Un consiglio, a me per primo: guardare meno all'operato degli altri e di più al nostro, per non impazzire nell'enorme calderone di parole, prese di posizione, insulti gratuiti.

Alcuni ricercatori dicono che di queste catastrofi ce ne saranno molte per effetto di un cambiamento della velocità di rotazione del nucleo del pianeta. Vero? Non lo so. Certo è che in questi giorni dovremmo averlo capito: siamo piccoli e non contiamo niente, quando il pianeta ne avrà le tasche piene, ci metterà poco a sbarazzarsi di noi. Possiamo anche metterci lo scola pasta in testa e comandare, pensare di essere importanti. Per adesso la Terra ci sopporta e ci invia qualche messaggio, in realtà di catastrofi ce ne sono da sempre. Di diverso oggi c'è tutto il pazzo chiacchiericcio sottostante, e la follia di quelli che sanno sempre tutto. Tutto ciò si poteva evitare? Forse, gli esperti di FB dicono di si, sono gli stessi che quando perde la nazionale di calcio avevano in testa la formazione più giusta, i tuttologi del Bar sport.
Qualcuno mi ricorda quell'uomo che, alla guida della macchina, radio accesa, sente la notizia: "attenzione, c'è un pazzo che percorre l'autostrada contromano". Poi continuando a guidare pensa: quale uno, ce ne sono davvero molti che stanno andando contromano. Ecco appunto.

Angelo-gavagnin

Angelo Gavagnin
Ho lavorato al Porto di Venezia, un lavoro che mi lasciava periodi di libertà che ho usato per viaggiare in Thailandia, Malesia, Sri Lanca, ma anche Cuba e Santo Domingo. Sono stato varie volte in India. Ho conosciuto il Maestro Indiano Osho e ho assistito alla sua cremazione tra canti e balli. Sono diventato papà all'età nella quale di solito si diventa nonni e così sono finiti i viaggi e mi è venuta voglia di scrivere.
Non sono nato e mi sento molto bene, IlMioLibro.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO