• Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[People] In volo con Giampaolo Meacci, comandante presso Qatar Airways, intervista di Valentina Gerini

Giampaolo-Meacci

In viaggio da Doha a Los angeles: una giornata da comandante di volo con Giampaolo Meacci, pilota presso la Qatar Airways.

Per un’appassionata di viaggi come me e, soprattutto, per chi ama gli aeroplani, il volo e tutto ciò che circonda il mondo dell’aeronautica, il comandante di un aereo è un idolo. La divisa, che già fa la sua figura, è solo una delle tante cose che miticizzano questo lavoro. Vi si aggiunge il fatto che sia capace di pilotare colossi dell’aria: fare alzare in volo aeroplani, farli atterrare, con il fiato di centinaia di persone sul collo e, non di meno, con la luce di centinaia di bottoni accesi in cabina. Quest’oggi vi presento un mio caro vecchio amico, Giampaolo Meacci, attualmente pilota nella Qatar Airways. Toscano, della provincia di Grosseto, è finito a vivere a Doha. Quindi non solo uno dei tanti expat, ma un pilota di voli di linea che gira il mondo in una sola settimana.

Ciao Giampaolo e benvenuto tra Gli scrittori della porta accanto. Noi ci conosciamo da qualche anno ma presentati, per chi non ti conosce.
Ciao a tutti, mi chiamo Giampaolo, sono nato a Grosseto 47 anni fa, ho vissuto in giro per l'italia da Udine a Palermo, passando per Roma, Grosseto, Bergamo e Busto arsizio. Attualmente sono residente nell'emirato del Qatar dal 2012.

Doha, Qatar, Medio oriente. Quanto ci hai messo ad abituarti alla qualità della vita in un paese così differente dall’Italia? Cosa ti manca di più, quando sei là, e, al contrario, cosa adori di questo posto?
Non credo sia possibile abituarsi completamente a quel tipo di vita e di cultura! Ci si può adattare, ma non sará mai come vivere in Italia. Del mio Bel Paese mi manca tutto! Il clima, la vita sociale, sciare, la Toscana...

Giampaolo-Meacci
Noi ci siamo conosciuti quando eri pilota in Bluepanorama. Vuoi spiegarci, nei dettagli, come è iniziata la tua carriera? Dagli studi ai primi voli, fino ad arrivare a ciò che piloti adesso. 
Ho iniziato a 18 anni concorrendo per entrare in Accademia Aeronautica nel corso IBIS IV, e per entrare in Alitalia con dei corsi finanziati dalla comunità economica Europea. Sono entrato in accademia e dopo poco sono stato chiamato per "imparare a volare" da un aero club collegato ad Alitalia. Sono andato, ho conseguito i brevetti, ho continuato negli USA, e ho iniziato a volare in varie compagnie, fino ad arrivare a Qatar Airways.

Da piccoli tutti i bambini hanno degli obbiettivi, alcuni hanno chiaro cosa vogliono fare da grandi altri invece sono più sognatori. Io, ad esempio, avrei voluto fare l’astronauta oppure la pilota. Poi invece, a causa una irrefrenabile voglia di viaggiare e una grande passione per i tatuaggi, ho fatto l’accompagnatrice turistica. Tu invece sei diventato pilota. La tua passione per il volo quando è iniziata?
Credo che la mia passione abbia avuto inizio da piccolissimo. I primi ricordi che ho includevano aeroplani! Crescendo a Grosseto, vedevo giornalmente gli F104 volare sopra di me. Ne rimasi affascinato. La mia maestra di scuola elementare, anni fa, mi disse che passavo le giornate con una penna in mano a cui avevo incollato un righello orizzontalmente a mo' di ala!

Cosa si prova a stare in cabina di pilotaggio ed essere il comandante di un aeromobile? Avere davanti a sé quella miriade di puntini luminosi, essere colui che guida il mezzo, vedere l’alba e il tramonto per primi, sfiorare le nuvole quasi con il proprio naso… avere l’occhio aperto sul mondo insomma. Come ti senti?
È una sensazione fantastica. Sono appena tornato da Los Angeles, ho visto l'aurora boreale, il tramonto e l'alba... Non mi abituerò mai alla bellezza di quelle viste!

Puoi raccontarci una giornata tipo di un pilota di aereo? 

Volo-Doha-Los-Angeles
Spesso si pensa che si sieda in cabina, accenda i motori e sia subito pronto a decollare. Ma dietro c’è ben altro, immagino.
Facciamo l'esempio del mio ultimo volo: Doha - Los angeles.
La giornata inizia con una sveglia alle 4:20 del mattino. Vado in aeroporto, sbrigo le pratiche di consegna bagaglio, incontro gli altri membri dell'equipaggio (18 persone). Dopo aver controllato la rotta, le condizioni meteo di tutto il volo, deciso che la rotta polare è percorribile, in quanto le previsioni delle radiazioni e della temperatura del carburante, critiche su quella rotta, rientrano nei valori accettabili, decido la quantitá di carburante da imbarcare (circa 135 tonnellate per 16 ore e 40 minuti di volo). Andiamo a bordo e prepariamo l'aereo per il volo: un Boeing 777-300ER. Do il permesso per l'imbarco dei passeggeri, 42 business e 316 in economica, per un totale di 358. La parte più delicata è il calcolo delle performance di decollo, considerando la temperatura esterna di 42 gradi e la pressione molto bassa, 998 hpa, fattori che influenzano negativamente la spinta dei due motori GE 90 da 115,000 libre di spinta ciascuno. Dopo il decollo, oltre 16 ore di volo, il sorvolo dell'Europa orientale, della Russia Siberiana, del polo nord, del Canada e degli Stati Uniti, arriviamo a Los Angeles. Un'ora di trasporto nel traffico caotico della 405 e arriviamo in hotel alle ore 02:20 ora di Doha (16:30 locali) ovvero dopo 22 ore dal suono della sveglia! Dunque cena leggera ed a letto alle 18...

Quali sono le difficoltà più grandi che hai incontrato volando? Rammenti un paio di situazioni particolarmente ardue che hai dovuto affrontare?
Di situazioni ce ne sono state tante. Dallo spegnimento di un motore, al dirottamento causato da un uragano in Repubblica Domenicana. La maggior parte comunque sempre dovuta alle condizioni meteorologiche, come l'attraversamento della zona monsonica andando in Australia o il dover atterrare senza visibilitá in nord Europa, con quasi tutti gli aeroporti chiusi per nebbia.

E la più grande soddisfazione?
Volare! Attraversare mezzo mondo con un aereo fantastico portando quasi 400 persone.

Adesso, per chiudere la nostra breve intervista, fai sognare tutti quelli che soffrono della sindrome di wonderlast: elenca le città in cui sei stato nell’ultimo mese.
Andando a ritroso: Los Angeles, Atlanta, Chicago, Houston, Seoul, Perth, Sydney.

Grazie mille, Giampaolo, per la tua disponibilità, spero di essere presto ospite su uno dei tuoi voli!
Grazie, un caro saluto.
Valentina-Gerini

Valentina Gerini
Dopo la maturità scientifica e uno studio approfondito della lingua inglese inizia a lavorare all’estero. Le sue più grandi passioni sono i viaggi e la scrittura. Dei viaggi ne ha fatto la sua professione, diventando accompagnatrice turistica; della scrittura il suo hobby, occupandosi degli articoli di copertina per un mensile dedicato alle storie di paese.
Volevo un marito nero, 0111Edizioni.
La notte delle stelle cadenti, Lettere Animate.

About Valentina Gerini

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO