• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Libri] "Danneggiata" di Veronica Deanike, recensione di Giulia Mastrantoni

Danneggiata-Veronica-Deanike

Danneggiata di Veronica Deanike, selfpublished, 2016. Un romanzo esplicito fatto di violenza e di sesso, di rapporti malati. 

Sabrina è ospite in una casa famiglia. Resterà lì fino ai suoi diciotto anni, con la speranza che suo padre smetta di tormentarla.
La situazione familiare di Sabrina, infatti, è tutt’altro che rosea. Picchiata da suo padre, lasciata in balia di se stessa da una madre alcolizzata e depressa, la giovane ha trovato rifugio dapprima nella droga, poi nella bulimia, infine nella casa famiglia.
È in questo luogo di salvezza e disperazione che la ragazza conosce Alex, uno psicologo dal passato burrascoso molto simile a quello di Sabrina. Alex, infatti, ha subito violenza ripetutamente quando era bambino. A sette anni è stato salvato da quella stessa casa famiglia in cui è ora ospite il suo giovane sogno erotico.
Tra i due non accade nulla fino al compimento dei diciotto anni di lei. Poi Sabrina viene aiutata da Alex nella ricerca di un lavoro e di un alloggio. È allora che tra i due inizia ad accadere qualcosa di imprevisto e diverso da tutto ciò che Alex ha sperimentato in passato.
Ma la famiglia di Sabrina non ha alcuna intenzione di lasciare andare la figlia...
Danneggiata  di Veronica Deanike è un romanzo esplicito fatto di violenza e di sesso, di lividi e di amplessi più o meno legati a sentimenti complicati e contrastanti. Si tratta di una storia che, pur nella sua esasperata accentuazione di un sesso violento e malato, racconta qualcosa di vero.
La psicologia di Alex, anche se molto simile a quella di Christian Grey, specialmente in alcune scene di monologo interiore, non è inverosimile, così come non lo è l’atteggiamento remissivo e spaventato di Sabrina. L’idea di ferire qualcuno che si ama tramite l’umiliazione di un rapporto sessuale violento è un sentimento che trova riscontro nella realtà. L’istinto di ferire perché si è stati feriti è vero. Il bisogno di vedere il sangue altrui, perché si ha addosso l’odore del proprio è qualcosa di spontaneo, seppure malato.
Quello che lascia il segno di questo romanzo è la capacità di far battere il cuore dell’autrice. Perché se siete donne e avete sperimentato anche solo una volta nella vita una relazione malata, farete una fatica incredibile a terminare la lettura.
Una storia che lascia perplessi. Una storia che ha bisogno dei suoi tempi e delle sue pause.


Danneggiata

Danneggiata

Sabrina, ferita e umiliata dalla sua stessa famiglia, vive in una comunità per minori. Danneggiata nell’animo, sviluppa una personalità autolesionista. Bella e arrabbiata con il mondo, brucia i suoi anni con la potenza del suo odio.
Lo psicologo e coordinatore della struttura, Alex, è un uomo di trent’anni che nel suo aspetto ombroso dimostra tutto il tormento del suo passato. Una doppia vita quella di Alex che parla di un profondo disagio: il giorno e la notte, aiutare e distruggere. Sabrina è per lui una tentazione amorale.
Questa non è la storia di un amore, è una storia di distruzione. Una giovane donna che vuole distruggere se stessa, un uomo che vuole distruggere i suoi demoni… L’incontro di due anime spezzate, la lotta per la sopravvivenza, la speranza di un amore.

di Veronica Deanike | Selfpublished | Erotico, Pulp
ASIN B01FBRNAUI | ebook 2,99€ Acquista



Giulia Mastrantoni
Da quattro anni collaboro all’inserto Scuola del Messaggero Veneto, scrivo per il mash up online SugarPulp e per la rivista dell’Università di Trieste Sconfinare.
Dopo aver trascorso un periodo in Inghilterra, ho iniziato un periodo di studi in Canada, ma, dovunque sia, scrivo.
Misteri di una notte d’estate, ed. Montag.
One Little Girl – From Italy to Canada, eBook selfpublished.
Veronica è mia, Pensi Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

1 commenti:

  1. Ho letto per caso la vostra recensione, mi è piaciuta un sacco!
    Vi ringrazio per la curiosità espressa sulla mia opera e per lo spazio che mi avete concesso.
    Buon lavoro ragazze!
    Veronica

    RispondiElimina

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!