Feltrosa 2018: a maggio, antichi saperi in piazza in valle di Non

Feltrosa 2018: a maggio, antichi saperi in piazza in valle di Non- © photo KEVO.biz per FELTROSA 2012 e Roberto Paiella
© photo KEVO.biz per FELTROSA 2012 e Roberto Paiella

Di Lara Zavatteri Dal 4 maggio, Feltrosa 2018, antichi saperi in piazza in valle di Non (Trentino). Tanti corsi e soprattutto due eventi per dire no alla violenza sulle donne.

Dal 4 all'8 maggio si svolgerà nel paese di Cavareno (Valle di Non, Trentino) la manifestazione Feltrosa curata dal Coordinamento Tessitori, associazione che ha come scopo quello di radunare le persone interessate alle arti tessili, in collaborazione con varie realtà locali.
Feltrosa sarà un evento con corsi a pagamento per imparare a coltivare la propria creatività lavorando con le mani il feltro e il nuno feltro, creando manufatti, ma anche ascoltando storie sulla lana, conferenze sulla coltivazione del gelso e della storia della seta in valle di Non, fino a una settantina di anni fa un settore importante per l'economia della zona. Si potranno imparare anche i segreti della tintura con l'indaco sommata agli effetti di stampa diretta delle piante, la feltratura ad ago e molto altro.

Ogni corso sarà tenuto da esperti e, al di là della manifestazione vera e propria Feltrosa sarà importante per l'attenzione che ha attribuito al messaggio di dire un forte no contro la violenza sulle donne.

Infatti, saranno due le iniziative per sensibilizzare partecipanti e visitatori su questo tema.
La prima denominata “Solo un fiore” sarà la creazione di fiori in feltro, nati dalle mani dei feltrai che partecipano all'evento e di chi parteciperà a Feltrosa. Fiori creati con le mani che in seguito saranno portati in un luogo simbolo del paese di Cavareno, ovvero la cappella della Madonna Brusada, perché lì, 80 anni fa, si compì un femminicidio. Un gesto semplice ma che cercherà di coinvolgere tutti per non dimenticare l'importanza di continuare ad opporsi alla violenza sulle donne.
Inoltre, nel centro di Cavareno sarà presente anche una sedia vuota, quella dell'iniziativa Posto Occupato, per ricordare che lì, dove ora c'è una sedia vuota, una volta sedeva una donna, una moglie, una madre, una fidanzata, prima che qualcuno decidesse di porre fine alla sua esistenza. Posto Occupato è sempre aperta, con un sito dal quale si può stampare la locandina, aderire segnalando iniziative proprie e firmare anche l'editto, basta cliccare su www.postoccupato.org.
Due messaggi importanti all'interno di una manifestazione che cercherà di far comprendere l'importanza di lavorare con le mani e ritrovare così saperi antichi, come appunto la lavorazione del feltro, ma non solo, sarà anche un'occasione per chi voglia conoscere quest'angolo di Trentino.
Per tutti i dettagli e per eventualmente iscriversi ai corsi >> www.feltrosa.com.


Lara Zavatteri
Classe 1980, vive e lavora nel paese di Mezzana in val di Sole (Trentino). Iscritta all'Ordine nell'elenco dei pubblicisti dal 2000, scrive articoli di cultura, ambiente e attualità locale. È anche blogger e autrice di libri.
Guardando le stelle, Un cane di nome Giuliano, Risparmia Subito!Amici per sempreCuor di Corteccia, Sopravvissuti, Agata, Youcanprint.
Reset, Photocity.it.
La strada di casa, Edizioni del Faro.

About Davide Dotto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali

Pubblicità
Promozione laFeltrinelli