Gli scrittori della porta accanto - Non solo libri

Scrittori: intervista a Marco Fasoli

Scrittori: intervista a Marco Fasoli

Caffè letterario A cura di Silvia Pattarini. Intervista a Marco Fasoli, in tutti gli store online con Il domani che non voglio(Calibano Editore): «Leggo perché mi piace, scrivo per raccontare qualcosa di me, che provo in quel momento».

Veronese, violinista con una passione sfrenata per la lettura, Marco Fasoli pubblica il suo primo romanzo, La Tournée, nel dicembre 2018 per le edizioni Betelgeuse. Insegnante di violino e concertista con il Quartetto Maffei, attivo anche come compositore (suoi lavori sono pubblicati dalla Casa Musicale Sonzogno), Il domani che non voglio è la sua seconda fatica letteraria.

Leggi anche Silvia Pattarini | Marco Fasoli presenta: Il domani che non voglio

Diamo il benvenuto a Marco Fasoli. Grazie per avere scelto il nostro web magazine culturale Gli Scrittori della Porta Accanto. Raccontaci qualcosa di te. Qual è quell’alchimia, quella scintilla interiore che ti  spinge a scrivere nella vita di tutti i giorni? Cosa ti affascina e ti ispira?

Di alchimie o scintille particolari non ne ho, semplicemente quando ho qualche idea buona, la metto  su un foglio... poi se son rose, fioriranno.

Ci ricordi i titoli delle tue precedenti pubblicazioni?

Il mio primo romanzo La Turneè l'ho scritto nel 2018 e pubblicato prima da Betelgeuse e ora da VJ Edizioni di Milano, poi ho scritto una favola o meglio un racconto fantastico per ragazzi, si intitola Il paese del sorriso edito da Lupi Editori.

Il domani che non voglio è la tua ultima fatica letteraria. Quanto tempo ti ha impegnato la sua stesura? Ti sei dovuto documentare o svolgere delle ricerche per argomentare al meglio la trama?

Fortunatamente scrivo abbastanza in fretta e in un paio di mesi penso di aver scritto tutta la storia.
Ho cercato di guardare da vicino il mondo dell' adolescenza, avendo la fortuna per il lavoro che faccio di conoscerne molti, inoltre scavando nella memoria ho portato in superficie gli anni della mia adolescenza e li ho un po' fusi assieme.

A che target di pubblico è destinato Il domani che non voglio, solo a un pubblico di adolescenti?

Direi che in maniera trasversale può essere letto dai ragazzi di 16/17 anni in su. Dagli adolescenti, fino a chi magari seppur con i capelli bianchi un po'adolescente si sente ancora. Volutamente ho usato un linguaggio abbastanza forte, colorito, il linguaggio dei ragazzi che racconto.

Con Il domani che non voglio affronti temi di attualità. Ce ne vuoi parlare per incuriosire i nostri lettori?

Nel romanzo affronto temi delicati quali il disagio giovanile, la difficoltà degli adolescenti nel diventare adulti, di ragazzi che vivono una vita borderline. Ma parlo anche d'amore, quello intenso e puro dei giovani.
Il domani che non voglio

Il domani che non voglio

di Marco Fasoli
Calibano Editore
Narrativa | Young adult
ISBN 978-8894992434
Cartaceo 14,25€

Che emozioni vuoi trasmettere, che effetto desideri creare nel lettore? Hai avuto qualche riscontro diretto?

Diversi lettori mi hanno detto che lo hanno praticamente divorato, in un giorno o due, e si sono emozionati, alcuni lo hanno finito con le lacrime agli occhi. Penso che regalare emozioni forti, intense , sia un privilegio e mi ritengo molto fortunato.

Cosa rappresenta la scrittura per Marco Fasoli?

Una necessità, un'occasione per raccontare quello che ho dentro. Finché avrò questa esigenza continuerò a scrivere .

Personalmente leggo perché mi piace, scrivo invece per comunicare, per raccontare qualcosa di me, che sento, che provo in quel momento.
Marco Fasoli

Progetti per il futuro: ci sono nuovi lavori in corso, nuove pubblicazioni o ambizioni particolari?

Purtroppo ho il vizio di scrivere sempre quello che mi viene in mente, qualche idea che poi sviluppata porterà a qualcosa di più serio, per cui in questo momento ho almeno tre o quattro storie abbozzate. Vedremo quale di queste vincerà e diventerà magari il prossimo libro.

Ringraziamo tantissimo Marco Fasoli per essere stato ospite di questo Caffè Letterario, lo spazio degli Scrittori della porta accanto dedicato agli autori, e, anche a nome dei nostri lettori, gli auguriamo in bocca al lupo per suoi progetti futuri.

Silvia Pattarini

Silvia Pattarini


Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Silvia P.

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità