• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Le recensioni di Francesca Gnemmi: "L'omertà del forestiero" di Luigi Alessandro Spina

Santiago, il forestiero giunto nel piccolo borgo toscano nei pressi dell’Argentario, porta con sé un segreto. Una ferita ancora sanguinante dalla quale scorgano lacrime amare, gocce di pianto che Iulia vorrebbe accogliere nelle proprie mani insieme all’amore che nutre per quell’uomo misterioso. In quello che sembra essere tempo senza tempo, luoghi lontano dai luoghi, l’autore si cala nei panni della giovane donna, esplorando l’intimità dei suoi sogni e delle sue paure. Il desiderio di conoscere la storia di Santiago, il motivo della sua angoscia e il timore di domandare, rompendo il legame fragile e surreale che si è creato tra loro.

“Non era preparata a quella contentezza, l’aveva pregustata poi le era stata sottratta e adesso non la riconosceva più, o la riconosceva in modo diverso. Era successo tutto quanto in modo così veloce da non essere in grado di separare l’istante dell’incontro da quello dell’abbandono o dal momento del ritorno.” 

In punta di piedi, attraverso un linguaggio ricercato e forbito, prende forma la storia, sbocciata su una spiaggia deserta e maturata tra le mura di casa.
Descrizioni accurate e ricche di dettagli, che calano il lettore tra le tradizioni popolari, il vociare della gente, un ristorante affollato, senza mai incagliarsi nei luoghi.
L’amore raccontato in piccoli gesti, sensazioni, qualche parola. Silenzi densi di attese, insicurezze, riflessioni. Emozioni umane, dei luoghi. Movimenti appena percettibili, pensieri a volte sfuggevoli, altre tormentati. Questi sono i personaggi nel loro percorso di crescita, raccontati dalla meritevole penna di Alessandro Luigi Spina, sulla scia dell’onda di grandi autori.

“Era tornato per redimerlo da colpe non sue, assumendo le vesti di un padre assolutore dopo essere stato una minaccia per la sua vita per più di un anno.” 

Un finale inaspettato, imprevedibile, che si mostra come un fiume che riversa la sua piena in un mare pronto ad accoglierlo. L’attualità che si fonde alla poesia delle parole, in un connubio perfetto.




Una lettera anonima, il libro “I dolori del giovane Werther” e un biglietto con su scritto Sogno o delusione danno il via alla surreale notte da cui Iulia non potrà più tornare indietro. 
In un piccolo borgo dell’Argentario l’arrivo di Santiago, un viaggiatore solitario di origine spagnola, diventa il punto di rottura dell’ordinaria vita di Iulia. Affascinata dalla novità e dalle illusioni, riaffiorano le paure di bambina, scopre la vitalità di un’anima trattenuta dalle radici del posto natio e al tempo stesso la necessità di preservare chi è stata fino a quel momento. 
Si lascia travolgere dalla dimensione del sogno in cui il romantico forestiero è immerso, lasciandosi condurre in territori inesplorati di gioia e dolore, di completezza e afflizione, di sogno e delusione. 
Ma è un sogno avvelenato da una costante inquietudine e da lacrime inspiegabili di cui Iulia deve accettarne l’omertà, respingendo un silenzio che desidera non conoscere per non compromettere la felicità raggiunta.







di Luigi Alessandro Spina |  Selfpublished  | Narrativa
ISBN 978-1518893018 | cartaceo 8,99€ | ebook 2,99€ Acquista



Francesca Gnemmi
Dichiara apertamente di non poter fare a meno di leggere, leggere per imparare ciò che ignora e conoscere se stessa nel suo continuo evolversi. Dalla passione per la lettura è nata quella della scrittura, o forse viceversa.
Poesie, favole e novelle ambientate nel dopoguerra e Il tempo delle lucciole, il suo primo romanzo storico edito da settembre 2015, sono frutto della costante necessità di tenere la penna in mano e afferrare i pensieri che si librano nella mente.



About Lisi

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO