• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Scrittori] Intervista a Michela Zanarella, a cura di Silvia Pattarini

Michela Zanarella, scrittrice - Foto

Un caffè con la poetessa Michela Zanarella, in tutti gli store online con la sua silloge Le parole accanto, un percorso di vita, tracce indelebili che tornano a dettare ombre e si fanno poesia.

Buongiorno Michela e benvenuta nel blog Gli scrittori della porta accanto.
Buongiorno a voi e grazie per l’ospitalità nel vostro spazio culturale.

Sono molto contenta di scambiare due chiacchiere con una poetessa, anch'io "frequento" spesso "gli stessi spazi, la stessa nostalgia, la stessa solitudine, la stessa melodia". Ci spieghi cos’è per te la poesia?
La poesia rappresenta qualcosa di necessario alla mia quotidianità, è una forma di espressione che mi consente di sentirmi libera e di entrare in dimensioni inesplorate. So bene che avvicinarsi alla scrittura in versi richiede impegno, ho la consapevolezza che tutto può diventare fonte di ispirazione.

A proposito di ispirazione, chi sono e dove trovi le “muse ispiratrici”? Cosa ti affascina e ti ispira?
Mi affido principalmente agli elementi della natura, a ciò che mi trasmette il mondo che mi circonda. Sono le situazioni, le intuizioni, le coincidenze della vita a segnare il mio percorso creativo.

Michela Zanarella, scrittrice - Foto
Le parole accanto è la tua ultima fatica letteraria. Quanto tempo hai impiegato a scriverlo e perché hai scelto questo titolo?
Il libro è nato dopo un percorso interiore e di scrittura di circa un anno. Avevo la necessità di recuperare ricordi ed affetti legati alla mia terra di origine. Ho lasciato il Veneto quasi dieci anni fa per trasferirmi a Roma e vivo la mia assenza da casa con momenti di forte nostalgia. La poesia mi ha permesso di tornare con l’anima a riascoltare suoni e silenzi, a rivedere i luoghi della mia infanzia, la pianura e le montagne che tanto amo. Credo sia importante ripercorrere il passato, senza però dimenticare il presente e il futuro ancora da vivere. Il libro è diviso in due sezioni: la prima parte racchiude poesie della memoria, la seconda parte è un omaggio ai poeti che hanno lasciato un segno nel mio cammino come autrice: Pasolini, Merini, Verlaine, Campana, Luzi, per citarne alcuni. Il libro è stato pubblicato attraverso un progetto di crowdfunding: sono stati i lettori a sostenermi con il loro impegno economico. Ringrazio per questo tutte le singole persone che hanno reso possibile l’uscita del volume e ovviamente l’editore Andrea Cati che ha creduto in me e nella mia scrittura. Interno Poesia mi ha permesso di sperimentare questa nuova formula editoriale e sono molto contenta.

Come ti definiresti in un aggettivo?
Determinata.

Completa la frase seguente: “toglietemi tutto ma non”...
... la poesia.

Coi tuoi componimenti partecipi, o magari in futuro intendi partecipare a premi e concorsi letterari di poesia?
Sì, partecipo spesso a premi e concorsi letterari e sono riuscita ad ottenere diversi riconoscimenti anche internazionali. Mettersi in gioco fa sempre bene, è uno stimolo per migliorare e crescere. Alla fine un po’ di sana competizione è utile. Ho la fortuna di stare anche in diverse giurie e quindi so bene l’atmosfera che si vive da entrambe le parti.

Concordo pienamente, un po' di sana competizione è sicuramente un forte stimolo a fare sempre meglio. Vuoi lasciare una tua lirica per gli affezionati lettori del nostro blog?
Sì, ho scelto “Vengo a respirare”.

Vengo a respirare
dai tuoi confini lontani
e ci trovo tutto l’amore che non ho mai capito
io che ti ho sentito madre troppo tardi
terra impastata nella nebbia
fatta di cielo mai limpido e in lotta con il tempo.
Poso lo sguardo dove si ferma anche il vento
nella semina che sa di grano ormai maturo
e chiudo nel cuore quel colore
che ha l’odore del pane e delle stanze di casa.
Ti sento radice che indossa le mie vene
meta che ho lasciato troppo presto
sperando di trovare altrove
il senso del mio canto.
E intanto
vado con la mente dove il fiume si sveglia
in quel silenzio che cammina tra i campi
fino a sera.
E resto tra le distanze a cercare quel poco sole
sempre incerto
che mi ricorda che un giorno farò ritorno
tra i fili d’erba e le strade di polvere
dove sono stata bambina.

Versi colmi d'amore e di nostalgia per la tua terra che hai dovuto lasciare troppo presto, ma dove speri un giorno di fare ritorno e ripercorrere quella strade polverose che ti hanno visto bambina. Tornerò perché vengo a respirare. Bellissima. Immensa. Attraverso le tue poesie ti fai portavoce di qualche messaggio particolare?
Non voglio lanciare messaggi, ma dare la possibilità a chi mi legge di stare bene nel corpo e nella mente. Ognuno può scegliere dalle mie poesie il significato, il pensiero, l’immagine che sente più affine a sé stesso. Spero possa arrivare tutta la bellezza della vita e l’importanza di coglierne l’immenso valore.

Michela Zanarella preferisce leggere alla vecchia maniera, sfogliando le pagine e annusando il profumo dei libri, oppure si è lasciata affascinare dalle innovative tecnologie e legge gli ebook?
Sono molto tradizionale da questo punto di vista, preferisco leggere un libro annusando il profumo delle pagine, avendo il contatto diretto con l’oggetto libro, anche se non disdegno la lettura in formato digitale. Il cartaceo ha qualcosa in più e mi dà più concretezza.

Credi di avere raggiunto il tuo obiettivo e ti senti realizzata, oppure hai altri progetti per il futuro, nuovi lavori in corso o altre ambizioni ?
Ho ancora molte cose da realizzare e non mi sento certo arrivata. La strada è lunga, mi aspettano tanti altri progetti. Ho da poco concluso la stesura di una raccolta a quattro mani con il poeta e compositore Fabio Strinati. “L’esigenza del silenzio” è il frutto di un’intesa creativa e sarà un lavoro molto particolare. Sono molto soddisfatta di quello che siamo riusciti a realizzare insieme e non vedo l’ora di avere la copia del libro tra le mani.

Dove possiamo trovare il tuo libro?
Il libro è ordinabile in tutti gli store on line e ovviamente in tutte le librerie italiane. Nello shop della casa editrice basta un click.

Michela, è stato un piacere conoscerti e passare il tempo in tua compagnia, a nome de Gli scrittori della porta accanto ti faccio un grosso augurio per il tuo libro, che possa trovare un gran seguito di lettori e in bocca al lupo per tutti i tuoi progetti.
Grazie a voi davvero.

Le parole accanto - Copertina
Le parole accanto

“Le parole accanto” di Michela Zanarella rappresentano l’apice di un percorso che non è soltanto poetico, e dunque di ricerca stilistica, ma racchiude l’impronta di un’esistenza che si fa matura e sa accogliere e raccontare la gioia e i dolori del proprio percorso di vita. Nella sua saggia prefazione, Dante Maffia avverte come in Zanarella “l’esperienza personale, anche all’interno degli affetti più intimi, ha lasciato tracce indelebili che tornano a dettare ombre, eppure non troviamo il minimo di recriminazione, non troviamo anatemi. La poetessa ha assorbito tristezze e dolori e ne ha fatto parole di poesia con una semplicità che, come vado sostenendo da decenni, è il solo mezzo per riuscire ad ottenere della vera poesia, quella che rinnova la sostanza della realtà e perfino della verità”.

di Michela Zanarella | Interno Poesia | Poesia
ISBN 9788894208436 | cartaceo 10,00€

Silvia Pattarini

Silvia Pattarini
Diplomata in ragioneria, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111 Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.

About Silvia Pattarini

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO