• Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

8 puntate per scoprire l'Universo

Scoprire l'Universo - Gli scrittori della porta accanto

Scienza | Di Vincenzo Mirra.  I segreti dell'Universo in otto puntate: dalla relatività di Einstein ai buchi neri, parlando di orizzonte degli eventi, esplosioni cosmiche e onde gravitazionali.

La filosofia naturale è scritta in questo grandissimo libro che continuamente ci sta aperto innanzi agli occhi, io dico l’universo, ma non si può intendere se prima non s’impara a intender la lingua e conoscer i caratteri nei quali è scritto. Egli è scritto in lingua matematica, e i caratteri son triangoli, cerchi ed altre figure geometriche, senza i quali mezzi è impossibile a intenderne umanamente parola; senza questi è un aggirarsi vanamente per un oscuro labirinto.
(Il Saggiatore, 1623, Galileo Galilei)
A proposito del grande libro dell’Universo, mi ricordo che la prima volta che da ragazzino entrando in libreria, invece di andare verso gli scaffali dei libri di avventura, mi diressi deciso verso quelli di scienza, fu per acquistare “Dal Big Bang ai buchi neri. Breve storia del tempo” di Stephen Hawking. Di quel libro, non lo conoscevo allora, mi colpì immediatamente il titolo e decisi di prenderlo senza più cercare altro (per inciso, mi capita ancora di comprare un libro guardandone la copertina o leggendone il titolo, come pure mi capita di scegliere la portata di un menù solo dal suo nome).
Fu quello il primo di una serie di acquisti nei quali decisi di investire i miei risparmi di allora, almeno fino a quando il mio spazio-tempo non incontrò la prima “deformazione” sentimentale ed i miei risparmi finirono tutti per essere dirottati in regali e nelle pizze del sabato sera. Ma questo è un genere di “variabile evento” (per non tradire il linguaggio della fisica) che Einstein non introdusse nella sua formulazione della relatività generale (sono convinto che avrebbe potuto teorizzare anche quella, ma non volle) e per il quale affermò senza mezzi termini "Non lasciate che la mente interferisca con il cuore", probabilmente a causa della fortissima caratteristica aleatoria del fenomeno.


Da grande volevo fare l’astronauta. 

Per molti anni è stato proprio un pensiero certo il mio. Almeno quanto lo è stato quello che avrei partecipato alle olimpiadi. Sì, non mi sono mai risparmiato in quanto a sostanza onirica, e posso affermare di rientrare di diritto nella categoria dei ‘sognatori incalliti’.
Dunque il mio primo incontro con l’origine dell’universo e con i buchi neri risale a circa trenta anni fa. Dopo di allora ho continuato a leggere e studiare saggi scientifici, atlanti di astronomia, testi di fisica, di scienze e di ingegneria dello spazio. E ancora oggi, non raramente, mi proietto sulla Luna o in viaggi di esplorazione planetaria e intergalattici. Ancora oggi continuo a guardare le stelle, continuamente alla ricerca dello squarcio di un bagliore, e quando alzo lo sguardo al cielo immagino che lassù, tutto quello spazio che abbiamo sopra la testa, sia un enorme infinito mare galattico. D’altra parte, anche nell’aggettivo ‘galattico’ c’è già una consistenza liquida, perché il termine galassia deriva dalla parola greca galaxìas che vuol dire fatto di latte.
Per avere un’idea di quanto grande e sterminato sia questo mare, e quanto sconfinata la navigazione di esplorazioni e di scoperte che attende la conoscenza dell’uomo, basti pensare che in una porzione di spazio grande appena un decimo dell’area di vista che dalla Terra si ha osservando la Luna piena, il telescopio spaziale Hubble ha acquisito un’immagine dello spazio profondo HUDF che contiene (si stima) un numero pari a 10.000 galassie. E questo è solo un granello di sabbia del profondo oceano interstellare.
E chissà che nello sviluppo della conoscenza scientifica e tecnologica, magari entro un secolo, non ci sia davvero possibile varare flotte stellari con motori a curvatura (come per le navi de La Fisica di Star Trek, saggio del 1995 del fisico statunitense Lawrence M. Krauss, un altro acquisto di quegli anni fine millennio) destinate ad esplorazioni intergalattiche e capaci di navigare lo spazio-tempo del mare siderale sopra le nostre teste.

La nebulosa di Orione - Gli scrittori della porta accanto

Dei buchi neri e di altre stelle o quasi stelle dell’Universo.

Ma intanto, mentre dalle sue profondità l’Universo ci sfoglia il suo Grande libro trasmettendocene pagine avvincenti (sono di queste settimane gli annunci di alcune tra le scoperte più “rivoluzionarie” per la fisica dell’Universo), per approfondire un po’ la conoscenza di alcuni tra i suoi aspetti più suggestivi e di alcuni tra i suoi caratteri più affascinanti, io ho provato a scrivere una specie di breve racconto in otto puntate sull’Universo e sulle recenti "rivoluzionarie" scoperte legate alle onde gravitazionali (Gli scrittori della porta accanto - Dalla relatività di Einstein alle onde gravitazionali).
Lo leggeremo un po’ per volta. Andremo a caccia di stelle, buchi neri, orizzonte degli eventi, esplosioni cosmiche e onde gravitazionali. Sarà un viaggio entusiasmante. Esploreremo lo spazio-tempo siderale in otto tappe e scopriremo che, oltre alle quattro dimensioni di Einstein, esiste anche una quinta dimensione che attraversiamo sempre, in ogni esperienza (si svelerà presto durante il viaggio).

Ogni giovedì su Gli Scrittori della Porta accanto.

Allora tenetevi pronti. L’avventura sta per avere inizio. Non servono conoscenze scientifiche per viaggiare, né alcun “talento particolare”. L’unico requisito essenziale per partire è essere soltanto… “appassionatamente curiosi”.

I PERSONAGGI
L’Universo, nel ruolo di se stesso: lo spazio-tempo.
Le galassie, nel ruolo della bellezza.
Le stelle, di tutti i tipi, nel ruolo delle masse e dell’energia (che poi è la stessa cosa, citazione del regista).
Le onde gravitazionali, nel ruolo delle voci dell’oceano siderale.
Le supernovae, le pulsar, i quasar, e i lampi gamma ray-bust, nel ruolo delle luci di scena.

GLI STRUMENTI
Interferometri gravitazionali LIGO, interferometro gravitazionale EGO-Virgo, telescopi orbitanti NASA Fermi Gamma-ray Space Telescope, ESA INTErnational Gamma-Ray Astrophysics Laboratory (INTEGRAL), Telescopio spaziale Hubble, Osservatorio VLT (Very Large Telescope) del Cerro Paranal, telescopio spaziale Chandra.

GLI INTERPRETI
Scienziati, ingegneri, fisici, astronomi, divulgatori, e tutti gli uomini e le donne che ogni giorno con passione e impegno mettono la loro intelligenza a servizio del bene comune dello sviluppo della conoscenza umana.

LE PUNTATE
23/11 L’Universo 
30/11 Le Stelle 
7/12 Isole nello spazio cosmico
14/12 Lo zio Albert
21/12 Sliding doors
4/1 Esplorazione gravitazionale
11/1 Si accendono le luci
18/1 Backstage della Navigazione siderale. Diario di bordo del capitano.

Le puntate già pubblicate

Tutti i nostri incipit:




Vincenzo Mirra

Vincenzo Mirra
Nato a Napoli nel 1973, si è diplomato all'Istituto Nautico per poi laurearsi in Ingegneria Aeronautica ad indirizzo Spaziale. Alle passioni per la navigazione, il mare e l’astronautica, ha sempre aggiunto quelle per la letteratura, la scrittura di viaggio e di meditazione ed il teatro.
È autore del blog letterario Beaufort, scritture al vento e taccuini di mare che esprime scritture di vario tipo e argomentazione, anche di natura sperimentale. Dal 2005 vive a Pisa, dove dal 2015 ha iniziato a frequentare corsi e laboratori teatrali, di recitazione, di lettura corale e di drammaturgia.
Isole, AUGH! Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO