• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Professione lettore] "Diario" e "Racconti dell'alloggio segreto" di Anne Frank, di Lara Zavatteri


Diario e Racconti dell'alloggio segreto, di Anne Frank, Einaudi. Oltre al celebre diario, una Anne ironica, amante della natura. La sensibile fantasia di una giovane scrittrice al cui talento il destino concesse troppo poco tempo.

Anne Frank è famosa in tutto il mondo per il suo diario, in cui racconta la clandestinità della sua famiglia in Olanda durante il periodo dell'occupazione nazista della seconda guerra mondiale. 
Diario” è un documento importante perché, scritto da una ragazzina, riporta le condizioni di vita di coloro che scelsero di nascondersi, per tentare di sfuggire ai rastrellamenti delle SS e di non finire in un campo di concentramento
Anne Frank con la sua famiglia - oltre al padre e alla madre anche la sorella Margot - trovò rifugio negli spazi sopra la vecchia fabbrica di Otto, il padre (unico sopravvissuto all'Olocausto e colui che permise al mondo di conoscere il diario). Questa casa provvisoria, in cui non si poteva in nessun caso fare rumore, dove era proibito guardare fuori dalle finestre, Anne la chiamava “l'alloggio segreto”, quasi fosse un gioco, anche se lei, benché solo una ragazzina, sapeva bene che quella loro reclusione fosse tutto fuorché un gioco.
Anne, durante la sua segregazione obbligata, non scrisse però solo Diario. Del resto, nel diario Anne scrive che il suo sogno, dopo la guerra, sarebbe stato quello di diventare una scrittrice. Per questo, dopo aver sentito alla radio un proclama del ministro olandese in cui si annunciava che ogni scritto relativo al periodo della guerra sarebbe stato raccolto come testimonianza, iniziò a lavorare sul Diario.
Stava ancora aggiungendo postille, tagliando, limando qua e là sul testo quando fu catturata e i fogli rimasero nel rifugio, salvati dalla ex dipendente del padre, Miep Gies, che per tutta la vita (è scomparsa qualche anno fa) rimase fedele al ricordo di Anne e ne portò fieramente testimonianza. 
Come detto, però, Anne non scrisse solo il Diario. Suoi sono anche i Racconti dell'alloggio segreto, racconti brevi o più lunghi, raccolti insieme e che, da un lato continuano il Diario, dall'altro permettono di scoprire la fantasia e l'amore per la natura di Anne.
Nei Racconti dell'alloggio segreto Anne approfondisce alcuni passi ed episodi narrati nel Diario, con protagonista la famiglia, ma anche l'amico-fidanzatino Peter e la famiglia di lui, o il dentista che si aggiunse in seguito ai rifugiati.
Piccoli racconti divertenti, umoristici che fanno comprendere come anche in una situazione come quella che viveva Anne sapesse trovare il lato ironico di ogni vicenda
Si trovano anche racconti fantasy o storie di ragazze, o ancora con protagonista la natura.
I Racconti dell'alloggio segreto insieme a Diario hanno fatto in modo che, seppur in modo tragico, Anne potesse realizzare il suo sogno di diventare una scrittrice.
Due libri da leggere per non dimenticare e per conoscere meglio Anne.


DIARIO

Quando Anne inizia il suo diario, nel giugno del 1942, ha appena compiuto tredici anni.
Poche pagine, e all'immagine della scuola, dei compagni e di amori piú o meno ideali, si sostituisce la storia della lunga clandestinità: giornate passate a pelare patate, recitare poesie, leggere, scrivere, litigare, aspettare, temere il peggio. Obbedendo a una sicura vocazione di scrittrice, Anne ha voluto e saputo lasciare testimonianza di sé e dell'esperienza degli altri clandestini.
La prima edizione del Diario subí tuttavia non pochi tagli, ritocchi, variazioni. Ora il testo è stato restituito alla sua integrità originale, e ci consegna un'immagine nuova: quella di una ragazza vera, ironica, passionale, irriverente, animata da un'allegra voglia di vivere, già adulta nelle sue riflessioni.
Questa edizione, a cura di Frediano Sessi, offre anche una ricostruzione degli ultimi mesi della vita di Anne e della sorella Margot, sulla base di testimonianze e documenti raccolti negli anni.

di Anne Frank  |  Einaudi  | Diario autobiografico
ISBN 9788806219284 | ebook 4,99€ cartaceo 11,05€


Racconti dell'alloggio segreto

Questo libro di racconti può essere considerato una prosecuzione ideale e certamente un'importante integrazione del celebre Diario.
L'elemento autobiografico ne costituisce infatti il filo conduttore, lo scenario fisso dinanzi al quale si dipanano piccoli eventi di vita quotidiana, di ambiente familiare o scolastico descritti in modo spiritoso e vivace.
A essi si affiancano reminiscenze di sensazioni ora delicate, ora tenaci che hanno per protagonisti la madre, la sorella Margot, l'amico Peter. Frammisti e integrati in questi brevi quadri dai vividi colori si incontrano racconti fantastici, scritti da un'adolescente che, nascosta in un alloggio segreto per sottrarsi ai nazisti, rievoca con poesia e ingenuità un mondo armonico in cui la natura detiene il ruolo principale.
Anna osserva la luna, i fiori, gli alberi, descrive gatti, topi e conigli, si addentra nella dimensione fiabesca e popola le pagine del suo ordinato quaderno di fate, gnomi, piccole fioraie.

di Anne Frank  |  Einaudi   | Racconti
ISBN 978-8806174576 | ebook 6,99€ | cartaceo 8,33€


Lara Zavatteri
Classe 1980, vive e lavora nel paese di Mezzana in val di Sole (Trentino). Iscritta all'Ordine nell'elenco dei pubblicisti dal 2000, scrive articoli di cultura, ambiente e attualità locale. È anche blogger e autrice di libri.
Guardando le stelle, Un cane di nome Giuliano, Risparmia Subito!Amici per sempreCuor di Corteccia, Sopravvissuti, Agata, Youcanprint.
Reset, Photocity.it.
La strada di casa, Edizioni del Faro.

About Lisi

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...