• Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Libri] "L'orologiaio cieco" di Richard Dawkins, recensione di Gianluca Santeramo

L-orologiaio-cieco-Richard-Dawkins-recensione

L'orologiaio cieco, di Richard Dawkins, Mondadori, 2016. Sense of humour britannico, un classico della divulgazione scientifica contemporanea, la più completa e chiara spiegazione della teoria dell'evoluzione e della selezione naturale di Darwin.

Negli ultimi tempi stiamo assistendo a una crescente idiosincrasia verso la scienza in genere, verso quella filosofia di vita che pone lo studio della Natura sistematico e coordinato al centro dei suoi sforzi. 
Fare scienza significa, prima di tutto, non accettare nulla per fatto certo senza un'adeguata impalcatura di prove tali da permettere la ripetibilità di un fenomeno in laboratorio. Quando uno scienziato, partendo da una serie di ipotesi, prende una strada che lo porta verso la soluzione di un enigma, formula una sua teoria, ovvero un sistema coordinato di ipotesi, congetture e dimostrazioni che portano ad una nuova conquista scientifica. Grossolanamente parlando, questa fu la strada seguita da Einstein per arrivare alla formulazione della sua nota Teoria della relatività
Da quando due bombe atomiche posero fine al secondo conflitto mondiale, nessuno si sogna neanche di striscio di mettere in dubbio la veridicità di quella "teoria". Strano ma vero, placche tettoniche, fossili sparsi per tutto il globo, analisi del DNA e molte altre prove non riescono ancora a convincere una buona parte delle persone che vagano su questa Terra di come la vita possa essere scaturita dal nulla, senza l'aiuto di un progettista attento. I detrattori della Teoria di Darwin spesso si nascondono dietro un dito asserendo che la sua, in fondo, è solo una teoria, dimenticando che un'altra teoria ha stroncato almeno 200.000 vite in sole due mosse...
L'idea che qualcosa di casuale possa aver generato la complessità della biosfera crea tutta una schiera di scettici che, a distanza di più di 150 anni dalla prima presentazione della teoria sull'origine delle specie, continua ad insistere sulla sua infondatezza. A dirla tutta avrebbero anche ragione, non fosse che la selezione naturale è un processo ch'è tutto tranne che casuale! "Selezionare" è, a ben vedere, un concetto agli antipodi della scelta casuale... 

Comprendere come una serie di meri elementi chimici, ad un certo punto, siano diventati vita non è cosa semplice. Richard Dawkins, nel suo L'orologiaio cieco, cerca di spiegarlo.

Anche perché il processo ha richiesto tempi tanto lunghi da essere incommensurabili per l'uomo medio. Si tratta di un esercizio mentale molto più difficile di quanto si possa pensare, che trasforma un'intera vita umana in un fugace battito di ciglia.
Richard Dawkins, nel suo "L'orologiaio cieco" spiega con linguaggio divulgativo, ma che in qualche punto diventa necessariamente di una consistente complessità, perché la selezione naturale di Darwin non sia casuale, perché sia la miglior teoria oggi disponibile e, soprattutto, il modo in cui operi concretamente, cercando di portare il lettore a comprendere che, sotto una certa prospettiva, "improvvisamente" può essere un tempo lungo 10.000 anni e più
Particolarmente attraente è il metodo divulgativo utilizzato che, nella prima parte del libro, fa uso di esempi legati a simulazioni computerizzate con programmi personalizzati per creare una nuova vita sintetica dal nulla e con poche pretese sul piano teorico, programmi la cui filosofia di fondo è pienamente condivisa con il lettore. Utilizzando i suoi biomorfi, Dawkins pone il lettore nel ruolo di quella forza misteriosa che è la selezione naturale, mettendolo concretamente nella condizione di comprendere intimamente questa formidabile teoria.

L-orologiaio-cieco-Richard-Dawkins

L'orologiaio cieco

L'evoluzione – sostiene Dawkins in questo saggio – è cieca: non vede dinanzi a sé, non pianifica nulla, non si pone alcun fine. Eppure, come un maestro orologiaio, ha prodotto risultati di straordinaria efficacia e precisione, organi perfetti e funzioni raffinate in un crescendo di complessità che distingue nettamente gli esseri viventi dagli oggetti della fisica, affascinanti proprio nella loro semplicità. 
Ricco di sense of humour nella miglior tradizione britannica, L'orologiaio cieco è un libro originale, pieno di informazioni, paradossi, osservazioni inaspettate; un classico della divulgazione scientifica contemporanea che costituisce la più completa e chiara spiegazione, rivolta al grande pubblico, della teoria dell'evoluzione e della selezione naturale, oltre che una circostanziata difesa del darwinismo dai numerosi attacchi di cui oggi è fatto segno.

di Richard Dawkins | Mondadori | Saggio divulgativo
ISBN 978-8804670629 | ebook 7,99€ | cartaceo 13,60€


Gianluca-Santeramo

Gianluca Santeramo
Allevato da un Commodore VIC 20 e da Goldrake, si è diplomato in Informatica Industriale nel lontano 1995. Non è mai riuscito a recidere il cordone ombelicale che lo lega alla fantascienza sin dalla più tenera età. Dopo aver corretto decine di bozze di scrittori in erba tra un capolinea e l’altro, si è messo anche a scrivere: da allora sono iniziati i guai….
Renè, Zerounoundici Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO