• Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Caffè letterario] Un caffè con Andrea Pistoia, intervista di Ornella Nalon

Ornella Nalon intervista Andrea Pistoia, autore di "Ancora e mai più (nelle mutande)", esperienze erotiche tragicomiche di un fidanzato tradito.

Andrea-PistoiaCiao Andrea, cosa sei disposto a raccontare di te ai nostri lettori? 
Sono un libro aperto per voi, sempre per restare in tema. Chiedete e vi sarà dato in abbondanza!

Bene, cercherò di approfittare della tua disponibilità. Quando e come hai scoperto di volere scrivere? 
Quand’ero bambino, ancora bello e con una folta chioma, mi piaceva inventare storie con i miei giocattoli come protagonisti. Crescendo mi sono innamorato del fantasy per poi saltare da un genere all’altro senza ritegno né vergogna, peggio di un poligamo. Poi un giorno decisi di mettermi in gioco tentando di scriverne uno… E riuscii pure a portarlo a termine! Da lì mi sono sbizzarrito scrivendo in molteplici campi letterari.

Per te, cosa rappresenta la scrittura? Quanto tempo riesci a dedicarle, mediamente? 
Giocare con le parole mi piace e mi diverte. E ammetto che ritrovarmi tra le mani una qualsivoglia mia opera portata a termine m’inorgoglisce e mi emoziona. Al di là dei miei impegni lavorativi, di socializzazione con il resto dell’umanità e di adempiere ai miei bisogni primari di essere vivente, direi che dedico il restante tempo alla scrittura. Il problema maggiore, per quanto mi riguarda, è che porto avanti più progetti contemporaneamente e di conseguenza il tempo non basta mai!

Veniamo al tuo primo e, per ora, unico libro: “Ancora e mai più (nelle mutande)”. Come ti è sorta l'ispirazione della sua trama?
Dopo aver scritto un romanzo fantastico (considerato da me nulla più che un esperimento e quindi non adatto alla pubblicazione) cercavo qualcosa di diverso, più leggero e spensierato. Volevo divertirmi facendo divertire. Ce l’avrò fatta? Ai posteri l’ardua sentenza!

Un titolo la cui ironia non lascia molti dubbi sul tono usato anche nella narrazione. Ci racconti di cosa parla? 
La trama è molto semplice e realistica: un ragazzo scopre che la propria fidanzata l’ha tradito e qualcosa si spezza in lui, spingendolo a dare un taglio netto alla sua natura di ‘bravo ragazzo’ per diventare un uomo Alpha pronto a conquistare più ragazze possibili. Ma, essendo alle prime armi nella nobile arte della seduzione, le sue saranno più esperienze tragicomiche che erotiche. Potrà però contare sull’aiuto di alcuni amici con i suoi stessi obiettivi… E la sua stessa sfortuna. 

ancora-e-mai-piu-nelle-mutande

ANCORA E MAI PIÙ
(NELLE MUTANDE)

di Andrea Pistoia
Romance ironico
ISBN 978-8891191311
cartaceo 15,00€
ebook 2,99€
Acquista
Dunque, si può dire che l'ironia è la principale protagonista del tuo testo. Lo è anche nella tua vita? Secondo te, è un elemento utile, se non propriamente essenziale, per affrontare i piccoli e grandi affanni quotidiani? 
Ottima domanda! Se ci guardiamo intorno siamo bombardati da troppa negatività. Di conseguenza, abbiamo bisogno più che mai di staccare la spina, rilassarci e divertirci. Per quanto io non sia la quintessenza della positività tento comunque di non farmi contagiare dai ‘cattivi pensieri’. E il modo più semplice è cercare di trovare la comicità in ogni situazione (e annotare il tutto, in quanto non si sa mai che l’episodio possa diventare fonte d’ispirazione per il prossimo libro!). 

A tuo avviso, qual è il target più adatto al tuo romanzo? Che tipo di lettori ti piacerebbe conquistare?
Presuntuosamente direi tutti! Ma ammetto che il romanzo ha una trama e dei personaggi che possono non piacere a chi cerca il politicamente corretto, a chi odia certi atteggiamenti maschilisti e superficiali o a chi cerca un romanzo con il protagonista tutto ‘Sole cuore amore’. Però inaspettatamente ho trovato delle recensioni e dei commenti fatti da donne e ragazze sui blog letterali e sulla mia pagina facebook dedicata al romanzo che mi hanno dimostrato come, preso nella giusta prospettiva di libro goliardico e spensierato, può piacere anche al gentil sesso. Infine, vi si rispecchieranno i ragazzi di oggi quanto gli adulti, i quali leggendolo si ricorderanno dei ‘bei tempi andati’. 

Per la sua stampa sei ricorso all'autopubblicazione, come mai? Secondo te, paragonandola alla pubblicazione con una Casa editrice, quali sono i vantaggi e quali gli aspetti negativi?
Ho soppesato molto attentamente le varie possibilità. Pubblicare con una grande casa editrice è quasi un’utopia (a meno che lo scrittore non sia già un ‘nome noto’ o non ci sia un background di successo commerciale alle spalle) e farlo a pagamento è una scelta quantomeno discutibile. L’autoproduzione dà certamente più libertà all’autore di gestire e controllare il tutto (anche perché, ammettiamolo, quale casa editrice avrebbe accettato come copertina un uomo in mutande con il tatuaggio di uno squalo sugli addominali?). Ma, sopra ogni altra cosa, desideravo poter condividere la mia opera col mondo, sapere che sarebbe stata accessibile a tutti e senza scendere a compromessi che avrebbero minato la genuinità dell’opera. 

Quali sono i tuoi progetti futuri? C'è già qualcosa in corso d'opera? 
La mia immaginazione è sempre in fermento e, sfortunatamente, sforna idee più velocemente di quanto io riesca a realizzarne materialmente. Non è un segreto che uno che si diletta con la scrittura quando termina un progetto ne ha già un altro in cantiere. Per quanto mi riguarda, sto concludendo il seguito di ‘Ancora e mai più (nelle mutande)’ dove ritroveremo il protagonista proiettato dentro nuove, rocambolesche avventure amorose e non. Parallelamente sto raccogliendo le idee per un’altra opera (sempre di stampo comico) e concretizzando altri progetti letterari. Sfortunatamente va tutto più a rilento di quanto io desideri dato che, ahimè, il tempo libero è ridotto all’osso! 

C'è una domanda che non ti ho fatto ma che avresti desiderato? Ecco, puoi fartela da solo e naturalmente, dovresti anche risponderti. 
Domanda: posso pagarti profumatamente per pubblicare questa intervista?
Risposta: Volentieri, grazie.

Questa mi ha fatto proprio ridere!Grazie per essere stato con noi, Andrea. In bocca al lupo per i tuoi progetti futuri. 
Grazie e in bocca al lupo anche a voi e al vostro ottimo sito.


gli-scrittori-della-porta-accanto

Ornella Nalon
I miei hobby sono: il giardinaggio, la buona cucina, il cinema e, naturalmente, la scrittura, che pratico con frequenza quotidiana. Scrivo con passione e trasporto e riesco a emozionarmi mentre lo faccio. La mia speranza è di trasmettere almeno un po’ di quella emozione a coloro che leggeranno le mie storie.
Quattro sentieri variopinti”, Arduino Sacco Editore
Oltre i Confini del Mondo”, 0111 Edizioni
Ad ali spiegate”, Edizioni Montag
Non tutto è come sembra”, da 0111 Edizioni.

About Lisi

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO