• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Libri] “Il seme del male” di Domenico Caputo, recensione di Franco Mieli

Il-seme-del-male-Domenico-Caputo-recensione

Il Seme del Male, di Domenico Caputo, Lettere Animate, 2016. Un duplice omicidio, il rapimento del figlio della coppia assassinata:  un intricato caso da risolvere per il commissario Albanese.

Davvero un buon esordio, questo di Domenico Caputo. Un autore che riesce a distinguersi nell’universo degli emergenti.
Il seme del male è un giallo dalla trama avvincente e non priva di sorprese.
Due coniugi vengono torturati e uccisi nel loro casolare di campagna mentre il figlio adolescente, Roberto, è scomparso, probabilmente rapito dall’assassino dei suoi genitori. A indagare è chiamato il commissario Albanese coadiuvato dal giovane agente Donati.
Il delitto presenta connotazioni particolari, per cui Albanese chiede la collaborazione di Rosario Corsi, un agente sospeso dal servizio per i suoi comportamenti poco ortodossi. Corsi si sta lasciando andare, abbrutendosi con alcool e droga, suscitando la riprovazione del giovane Donati. Solo più tardi questi capirà che la marijuana serve per attenuare i dolori provocati dal cancro che sta uccidendo Rosario.
Le indagini proseguono portando all’individuazione dell’efferato mostro che in verità sta colpendo da molti anni, protetto da qualcuno che conta, fino al colpo di scena finale.
La trama è avvincente, il libro si legge velocemente, alternando colpi di scena e flashback dosati sapientemente e ben inseriti nell’intreccio del romanzo.
I personaggi sono ben delineati e approfonditi, in special modo la figura di Rosario Corsi .
Buone le ambientazioni, con alcune atmosfere a tratti gotiche.
Bravo Domenico, prosegui su questa strada, stai andando bene.

Il-seme-del-male

Il seme del male

I coniugi Russo vengono ritrovati nella loro abitazione brutalmente torturati e uccisi, insieme al loro carnefice, disteso sul pavimento con un colpo d’arma da fuoco in fronte. 
Del piccolo Roberto, figlio dei Russo, non si ha più traccia dopo l’accaduto. 
L’ex agente Rosario Corsi verrà richiamato dal suo amico e superiore Albanese per aiutarlo a risolvere il caso lavorando sotto copertura. 
Bugie e segreti, paure e ricordi, fantasmi di una vita passata porteranno Rosario a scontrarsi con mostri ed eventi già vissuti. Verrà avvolto dall’oscurità, catapultato nel cuore del male più puro, dove il coraggio viene a mancare e le vie di uscita diventano minime. 
Benvenuti nel suo mondo.


di Domenico Caputo | Lettere Animate | Thriller
ISBN 978-8868828561 | ebook 2,99€ | cartaceo 9,00€


Franco Mieli
Da ragazzo scrivevo nel giornalino della scuola. Poi per decenni le varie fasi della vita mi hanno fatto abbandonare questa mia passione. Da circa 10 anni, con i figli ormai grandi, ho deciso di riprendere la scrittura. Coltivo la passione per l’archeologia e il trekking di cui ho trasferito le esperienze nei miei racconti.
Ombre pagane, Montecovello.

About Lisi

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO