• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

"La forma del sole", racconti di Giulia Mastrantoni

"La forma del sole", racconti di Giulia Mastrantoni

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib

A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandosi alla piattaforma StreetLib, per lanciare una propria collana di pubblicazioni collettive e di singoli autori.
La collana Gli scrittori della porta accanto raccoglie una selezione di libri inediti o seconde edizioni sottoposte a un accurato editing. Appartengono alla collana anche tutte le pubblicazioni collettive de Gli scrittori della porta accanto, come la raccolta di racconti illustrati Un racconto per capello, la raccolta di ricette ispirate ai libri L'appetito vien leggendo, la raccolta di poesie dedicate ai papà Caro papà… Le parole non dette e Storie inventate in un giorno di pioggia, che racchiude tutti i nostri inediti d’autore pubblicati fino a marzo 2017 sul sito www.gliscrittoridellaportaaccanto.com.







LA FORMA DEL SOLE

LA FORMA DEL SOLE

Autore: Giulia Mastrantoni
Editore:  StreetLib
Collana: Gli scrittori della porta accanto
Genere: Racconti
ASIN: B075HV41V9




Costo Ebook: 0,99€ 
StreetLib
Amazon
Kobo

Costo Cartaceo: 8,99€ 
StreetLib








Ci sono libri che aprono ferite, altri che le guariscono. E poi ci sono loro, le storie scritte per isolarsi dal mondo, per recuperare il sorriso e la voglia di vivere, imparando a convivere con le cicatrici. La forma del sole è nato come un tentativo di ritrovare la luce, laddove c’erano troppe ombre, valorizzando ogni cicatrice e intessendovi sopra delle storie che ne demistificassero la realtà del passato. Ѐ la voglia di trasformare in lezioni di vita interiore le piccole paure del quotidiano, le piccole delusioni che fanno male all’anima, ma che possono tramutarsi in arcobaleni che seguono la tempesta.
Questi racconti cercano un riparo dal mondo, una stanza colorata in cui esista solo lo spazio per pensare a come trasformare in luce il pensiero più svogliato. Sono privi di qualunque pretesa, ma si fanno portatori della speranza di rendervi felici. La felicità non sta nel mondo esterno, quanto nella nostra capacità di sorridere della vita, imparando che, anche quando non tutto va come vorremmo, c’è quella meravigliosa possibilità chiamata futuro che può regalarci una vita nuova. Sono racconti che fanno ironia in modo delicato, lasciando che la fantasia faccia il resto. Ci sono Brad Pitt e il Bianconiglio che rincorrono il tempo perduto, un vecchio che prepara cioccolate calde alle storie d'amore a brandelli e vampiri che non sono protagonisti della loro storia. Ci sono anche stralci di oroscopo, perché il futuro è un grande punto interrogativo che ci accompagna in ogni momento.
"La forma del sole" è la ricerca di un mondo parallelo e felice, in cui i pensieri colorino ogni angolo della mente.



L'autrice

Giulia Mastrantoni
Giulia Mastrantoni
Nasco a Frosinone nel 1993, mi laureo in Inglese e Francese a Udine e nel frattempo vivo tra Italia, Inghilterra, Canada, Germania e Australia, sia per motivi di studio che per tirocini di vario genere.
Dato che scrivere è quello che mi rende viva, durante gli studi collaboro all’inserto Scuola del Messaggero Veneto, scrivo per il mash up online SugarPulp e per la rivista dell’Università di Trieste Sconfinare. Attualmente scrivo articoli e recensioni per Gli Scrittori della Porta Accanto e Berlino Magazine, mentre porto avanti i miei progetti letterari.
A proposito di questi ultimi, i miei racconti fanno parte di svariate antologie, sono pubblicati su vari siti e sono stati trasposti in audio per alcune radio. Ma è nel 2015 che arrivano i traguardi importanti.
Vinco il primo premio per la sezione Narrativa Giovani al concorso internazionale Napoli Cultural Classic e mi classifico seconda al Premio Marudo. Nel maggio dello stesso anno, pubblico la raccolta di racconti Misteri di una notte d’estate con Edizioni Montag.
Nel 2016, viene pubblicato il mio romanzo breve Veronica è mia, per Panesi Edizioni, e inauguro la collana digitale di racconti brevi Short Tales. Nel frattempo, vengono pubblicate diverse traduzioni di romanzi di autori emergenti da me curate.
Nel dicembre 2016, per concludere l’anno in bellezza, mi classifico terza al premio letterario Lugalè per romanzi brevi.
Per non farmi mancare nulla, nel 2015, ho co-condotto il programma radio #rockYOU per band emergenti in FVG e negli anni precedenti mi sono dedicata all’interpretariato per vari festival di cinema e letterari. Nel 2017, sono stata conduttrice Radio Book per Gli Scrittori della Porta Accanto, sbarcando sul pianeta delle webradio grazie alla collaborazione con Radio Big World. Annoiarmi non mi piace proprio.
Questo mese è uscito anche un altro mio romanzo, One Little Girl. From Italy to Canada per Genesis Publishing in edizione digitale in inglese.
In prossima pubblicazione c'è una nuova opera: La felicità nel cassetto per Echos Edizioni in versione cartacea.
Tra i progetti per il futuro: scrivere, viaggiare e imparare il più possibile. Perché non esiste un traguardo, ma solo una vita da vivere appieno. 

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...