Gli scrittori della porta accanto

Scrittori: intervista a Lara Zavatteri

Scrittori: intervista a Lara Zavatteri

Caffè letterario A cura di Silvia Pattarini. Intervista a Lara Zavatteri, in tutti gli store online con A piedi nudi nei tini  (Youcanprint): «Scrivere da sempre è tutta la mia vita».

Diamo il benvenuto a Lara Zavatteri sul blog de Gli scrittori della porta accanto. Ti offro volentieri un caffè fumante e poi entriamo subito nel vivo di questa intervista: come è nata l'idea di scrivere A piedi nudi nei tini? È il tuo ultimo libro?

Ciao Silvia e grazie. A piedi nudi nei tini è il mio penultimo libro, è del 2021, l’ultimo è Un momentino con le nuvole che parla appunto di nuvole.
A piedi nudi nei tini è un libro a cui tengo moltissimo. L’idea è nata per ricordare mio papà Renato, scomparso improvvisamente nel 2020. Volevo scrivere la sua storia, così ho iniziato ed è nato un libro con racconti della Valpantena nel veronese (dove era nato) e della val di Sole in Trentino (dove ha passato la maggior parte della sua vita e dove vivo anch’io). Da piccolo pigiava l’uva nei tini, per questo il titolo e l’immagine in copertina che è mio padre da piccolo. C’è la sua storia nel veronese, poi quando da Carabiniere lo mandarono in Sardegna e infine nel mio paese in Trentino, dove poi rimase. Fece la firma da carabiniere solo per qualche anno, poi lavorò sempre in edilizia. Nel libro si trovano altri racconti della Valpantena, come la leggenda del Brigante Falasco, o legati a quei luoghi, come quando qui in val di Sole io e mio papà conoscemmo la campionessa di mountain bike Paola Pezzo. Ci sono poi racconti sulla val di Sole, sui paesi di Mezzana, Roncio, Cavizzana, che visse l’emigrazione verso l’Alta Savoia, ed altri.

Leggi anche Lara Zavatteri | Quando capita a te

Sei un’autrice molto prolifica e vanti un pubblico di lettori che apprezzano i tuoi libri. Quante pubblicazioni hai all’attivo, ci ricordi i titoli?

Una ventina. Oltre che A piedi nudi nei tini, Un momentino con le nuvole, con foto e testi brevi con curiosità sulle nuvole, El ghe dis el bis al tas... Modi di dire dialettali di Mezzana e val di Sole, con modi di dire del dialetto della val di Sole (tradotti in italiano), L’intimo non si cambia (e nemmeno si prova), per ridere, Aroma di caffè e profumo di fieno. Piccola storia di una casa nel Borghetto, con storie su una zona di Mezzana, Agata. Come un funerale ti salva la vita , un altro libro umoristico, Gli occhi di Aughen, sulla mia gattina, Le piccole cose, con racconti vari tra cui alcuni su prima e seconda guerra mondiale, L’Inclinazione. Storia di Artemisia e Nives, un fantasy tra presente e passato della pittrice Gentileschi, Matteo e Ronja nel Parco nazionale dello Stelvio-settore Trentino, fiaba per i più piccoli, Sopravvissuti (disponibile anche in ebook), dove immagino personaggi della storia sopravvissuti alla loro presunta morte, partendo dalla loro vita vera, La strada di casa, ambientato nella seconda guerra mondiale, Reset, con le storie di tre famiglie del mio albero genealogico, e il seguito Guardando le stelle, che racconta la storia dei miei nonni, Un cane di nome Giuliano, con la storia del mio cagnone purtroppo scomparso recentemente ma sempre nel mio cuore, Risparmia subito!, manuale per risparmiare scritto con il mio ragazzo Mirko Rizzi, Cuor di Corteccia con racconti dove parlano gli alberi, Amici per sempre. Storie vere di animali, iniziativa mia e scritto con altri autori italiani, i cui proventi sostengono il Canile di Naturno (attualmente staff e animali sono in Val D’Ultimo, ma sono gli stessi), Frammenti di una valle, con articoli curiosi sulla val di Sole scritti da me, il mio primo “esperimento” legato ai libri. Con Bardi Edizioni ho pubblicato la fiaba La dolomia e l’anatra mandarina sull’ecomuseo e la valle del Meledrio sempre in val di Sole (disponibile sul loro sito www.bardiedizioni.it). Poi negli anni ho partecipato ad altre raccolte e antologie.

I tuoi libri sono tutti diversi per trama e genere. Hanno una caratteristica che li accomuna?

Sono divisi per genere, molti però hanno una caratteristica in comune, cioè la necessità di ricordare.

A piedi nudi nei tini è una raccolta di racconti, ambientati anche in val di Sole, in Trentino. Ci anticipi qualcosa?

Posso dire che per la parte della val di Sole (altri racconti sono sulla Valpantena) si tratta di storie in cui chi è nato qui, o ci ha vissuto, o anche conosce la zona può identificarsi. Ci sono storie che parlano di persone, luoghi, che oggi non ci sono più, ma che con questo libro restano per sempre. Per questo, perché restassero e perché restasse la storia di mio papà, nel 2022 ho donato il libro gratuitamente al Punto di lettura di Mezzana.
A piedi nudi nei tini

A piedi nudi nei tini
e altri racconti della Valpantena e della Val di Sole

di Lara Zavatteri
Youcanprint
Racconti
ISBN 979-1220354608
Cartaceo 11,40€

L’autore nel proprio scritto lascia sempre qualche piccola traccia di se stesso. C’è qualcosa di autobiografico o prevale la fantasia?

In molti libri, quelli che riguardano il mio paese, c’è anche una parte di me. Così come in A piedi nudi nei tini e in tanti altri, dove racconto storie che mi appartengono. Per questo, per me, scrivere è anche ricordare.

Com’è stato scrivere pensando di omaggiare la memoria di tuo padre?

Volevo fare qualcosa per lui e così, quasi di getto, mi è fiorito tra le mani un racconto che parlava di un ragazzino che pigiava l’uva nei tini, nel veronese e poi ho continuato raccontando la sua vita. Non è stato facile, ma devo dire che questo libro per me è un pezzo di cuore.

A chi consigli la lettura de A piedi nudi nei tini ?

Ovviamente a chi conosceva mio papà, ma anche a chi vuole leggere racconti della valle di Sole e della Valpantena. In generale per chi ama i libri che sono ricordi da non dimenticare.

Progetti per il futuro?

Penso sempre a cosa scrivere... Vedremo. Ho delle idee ma non sono ancora sicura di come svilupparle, seguitemi in questi mesi anche sul mio blog www.larazavatteri.blogspot.com per conoscere i miei libri e seguirmi nella mia attività.

Grazie di cuore a te Silvia e a tutti i miei lettori!

Ti seguiremo sicuramente! Ringraziamo tantissimo Lara Zavatteri per essere stata ospite di questo Caffè Letterario, lo spazio degli Scrittori della porta accanto dedicato agli autori e, anche a nome dei nostri lettori, le auguriamo in bocca al lupo per suoi progetti futuri.




Silvia Pattarini

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di iscriverti alla newsletter per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti? Oppure potresti sostenerci acquistando tazze letterarie, magliette, borse di tela, borracce e puzzle ispirati ai nostri libri o semplicemente offrirci un caffè. Te ne saremmo davvero grat*!
Oppure potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi di questo articolo (puoi commentare con Blogger o Facebook), il tuo feedback è davvero importante per noi.
NB: Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi della immagine o della onorabilità di terzi, razzisti, sessisti, spam o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti a insindacabile giudizio degli autori stessi.

About Silvia P.

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
0 commenti

Posta un commento

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Pubblicità
Prenota il tuo viaggio in Italia con Booking.com



Libri in evidenza


Pubblicità