• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Libri] ChiaroScuro, de Gli Scrittori della Porta accanto, recensione di Tamara Marcelli

[Libri] ChiaroScuro, de Gli Scrittori della Porta accanto, recensione di Tamara Marcelli

ChiaroScuro, Gli Scrittori della Porta accanto, recensione, libri, scrittori, poesia

ChiaroScuro, de Gli Scrittori della Porta accanto, StreetLib, 2017. Silloge pubblicata per #100TPC for Change, per sfruttare la forza della Poesia, dell’Arte al fine di stimolare cambiamenti sociali e culturali, alla ricerca della Pace.

Una silloge nata da un progetto molto importante, quello dei 100mila Poeti per il Cambiamento, evento internazionale che da anni contribuisce a divulgare la Poesia in ogni parte del globo terrestre. Un modo per parlare tutti la stessa lingua.
Anche Gli Scrittori della Porta Accanto hanno aderito a questa iniziativa promuovendo a loro volta un evento e pubblicando una silloge di poesie in cui dodici autori (Stefania Bergo, Ilaria Biondi, Valentina Gerini, Francesca Gnemmi, Loriana Lucciarini, Tamara Marcelli, Vincenzo Mirra, Renata Morbidelli, Silvia Pattarini, Liliana Sghettini, Samantha Terrasi, Emanuele Zanardini) lanciano il proprio messaggio al mondo.
Dalla prefazione:
In Natura le sfumature sono infinite, così come i colori. Poi c’è una terra di mezzo, il ChiaroScuro, quel luogo in cui tutto si confonde un po’, dove un tono fa spazio ad un altro, in un rincorrersi di emozioni cromatiche.
La raccolta è suddivisa in due sezioni: Chiaro e Scuro. Leggendo si capirà il perché…

Chiaro

PICCOLE LUCI BLU (3.36)” di Tamara Marcelli è una poesia in cui la tragedia del terremoto si rischiara in attimi di speranza. Buio della notte, notte squarciata da lampi di luci blu, quelle della salvezza. Quasi una preghiera.

MADRE di Silvia Pattarini è un’ode intensa all’amore, uno dei più forti che esista e resista al tempo: l’amore di una madre per una figlia. L’amore che vince anche il Tempo.

ESTATE” di Loriana Lucciarini è un breve componimento in cui immagini, sensazioni e suoni lasciano delicatamente una scia di sé.

PENSIERI” di Liliana Sghettini. L’amore di una madre per una figlia descritto con parole che toccano il cuore. La gioia di aver dato la vita e la paura per un mondo insidioso.

TEA” di Ilaria Biondi. Una figlia che parla alla madre attraverso intense immagini che scandiscono il passare inesorabile del Tempo.

ACORES” di Vincenzo Mirra è un’ode alle isole Azzorre tra profumi e fiori che sembrano travalicare la parola scritta. Sembra di vederle, sembra di sentire il rumore del mare.

14 AGOSTO” di Samantha Terrasi. Il mare colpisce lo sguardo, i ricordi travolgono l’anima e sprigionano emozioni. Il pensiero corre lontano e riporta memorie di una vita passata. L’amore per un nonno ha un’intensità che lascia attoniti.

IL FIGLIO” di Tamara Marcelli. La vita che nasce da un sogno. Un sogno mai abbandonato, un sogno che ci ha nutrito.

SINFONIA D’INVERNO” di Silvia Pattarini. Con una capacità straordinaria di descrivere luoghi attraverso dettagli emotivi, questa poetessa ci accompagna nel cuore di una stagione che solo superficialmente si può definire fredda.

PRIMO MAGGIO” di Liliana Sghettini. L’ode si apre con una luminosità accecante che ci accompagna fino all’ultima parola, in un’esplosione di colori ed emozioni.

COME UNA DEA” di Renata Morbidelli è un componimento di forte impatto evocativo in cui i sensi si mescolano al bianco di un dono prezioso.

IN PUNTA DI PIEDI” di Francesca Gnemmi. Un amore che disseta e che al contempo asseta.

EDELWEISS” di Renata Morbidelli è un’ode a sé. L’amore impavido che rende forti e allontana le tempeste della vita.

PRIMO GIORNO DI PRIMAVERA” di Emanuele Zanardini. Un amore che si rinnova ad ogni stagione ma che conserva la gioia del primo giorno, ancora.

ARCOBALENO” di Silvia Pattarini. Anche quando la speranza si affievolisce, la meraviglia della Natura-Vita riaccende l’anima inaspettatamente.

FLORA” di Renata Morbidelli. Attraverso l’immagine di una donna riviviamo lo splendore della Vita.

RINASCERE TRA LE ROSE” di Tamara Marcelli. Un’ode che si apre con un’immagine piena di contrasti. Un tramonto che è un inizio, un’alba che risveglia dal torpore dei giorni. Ricominciare.

STILIZZATI DIAFRAMMI” di Samantha Terrasi. L’eros sensuale e accattivante in questo componimento in cui anche le parole sono suadenti.

È ANCORA BLU IL MIO CIELO” di Stefania Bergo. La forza di una donna che si riprende la propria vita, la disperazione che lascia spazio alla voglia di partire.

LE MANI DI MIO PADRE” di Silvia Pattarini. Questa ode ad un padre racchiude un mondo di sentimenti, di profumi, di Terra, di sapori di Vita vera. Attraverso immagini vivide dal profondo valore emotivo, le parole colpiscono l’anima.

AFRODITE” di Renata Morbidelli. La figura di una donna, una nuova dea che giunge a noi da lontano. Una donna che sa liberarsi dai suoi pesi, dalle sue catene e nutrita dalla speranza, superando le insidie e le proprie paure, raggiunge l’agognata libertà.

AMICA MIA” di Silvia Pattarini. Attraverso i ricordi l’amicizia si nutre di se stessa, nonostante il Tempo. Amicizia che sa perdonare e accompagnare al domani.

IL MIO AMATO ANGELO” di Stefania Bergo. Intenso componimento sulla forza salvifica dell’amore.

 “BENVENUTO PEZZO DI CIELO” di Loriana Lucciarini. L’amore di una madre in parole che ci conducono alla consapevolezza di una presenza discreta, di quel segreto che rende la vita unica e meravigliosa.

PARTO” di Valentina Gerini. La vita non aspetta, la vita si fa strada. L’amore ci travolge in un turbinio di emozioni che tolgono il fiato. La vita è luce.



Scuro


BAMBOLA” di Stefania Bergo. Questo componimento apre la seconda parte della silloge e rappresenta una porta dalla quale si passa da una dimensione di luce ad una in penombra. Siamo immersi in un’atmosfera di altri tempi, tra colori appena accennati ma di una forza prorompente. Un agrodolce di sensazioni intense alle quali abbandonarsi per andare oltre.

 “VOLA” di Ilaria Biondi. Come un presagio funesto si affaccia dalla luce questo componimento intriso di dolore e violenza. Una poesia di profonda intensità, quasi cullante nella sua tragicità, come spesso l’amore sa essere.

SE QUESTO È AMORE” di Silvia Pattarini. L’amore bugiardo e violento si affaccia alla vita rendendo un inferno i giorni di una donna.

DONNA” di Liliana Sghettini. Un invito alle donne a reagire, a urlare il proprio dolore per trovare la spinta a riprendersi la propria vita.

CON UNO SGUARDO” di Renata Morbidelli. Un amore che si trasforma e una donna che abbandona le proprie paure e ricomincia a vivere per se stessa.

COME UNA SIRENA (IN VIAGGIO DENTRO ME)” di Loriana Lucciarini. Ascoltare se stesse, ascoltare il proprio canto interiore per planare su quel fondo che spesso ci imprigiona. Intraprendere quel viaggio verso la propria luce.

QUANTO MALE” di Liliana Sghettini. Una poesia coinvolgente, di forte impatto emotivo. Spinosa e al tempo stesso consapevole. Il male ha sembianze d’amore se l’anima si arrende.

PRIGIONE” di Tamara Marcelli. Sul tema dell’amore violento una poesia che contiene la speranza, l’ossessione, il dolore, l’invito a cambiare. La supplica a rivivere un passato felice. L’inesorabile consapevolezza che tutto sarà vano.

L'ULTIMO TRAMONTO” di Stefania Bergo. Un amore perduto rende flebili i colori, rende inaccettabile la speranza. Un cuore disperato, consapevole della fine ma che lotta contro il desiderio di credere ancora.

TIEPIDO NOVEMBRE” di Silvia Pattarini. Un cuore che soffre per un abbandono, come il vento che fa cadere le foglie dopo averle scosse in una sinuosa danza.

MARE DI NOI” di Samantha Terrasi. Un’ode all’amore nelle sue più profonde sfumature. Tra speranze e lacrime, tra dubbi e certezze.

ANIMA PERSA (a L. e T.)” di Tamara Marcelli. Nei ricordi ci struggiamo tra le vite andate e quelle rimaste. Tra luce e buio, in un viaggio dentro sé che avrà sempre troppe domande.

MORTA DENTRO” di Stefania Bergo. La vita è il riflesso della nostra anima. La disperazione per un’assenza trasforma la luce in buio.

FINESTRA ACCESA” di Silvia Pattarini. Una poesia dedicata all’amore per una nonna, tra ricordi ed emozioni mai sopiti. Alla luce ormai spenta di una piccola finestra.

AD ARRANCARE” di Loriana Lucciarini. Componimento fortemente pessimistico, ma ricco di una speranza latente. Non sempre, ma ora. La temporaneità della disperazione.

SENZA TE” di Renata Morbidelli. La consapevolezza si fa strada nel cuore di una donna. Il dolore non è amore, la paura non è amore. Ritrovare la propria anima, quella vera e darle nuova linfa.

TAMBURI LONTANI (A MARTA)” di Tamara Marcelli. L’amicizia spesso fa giri strani, spesso si avvolge su se stessa fino a togliere il respiro. Allora ci si allontana, ci si perde e poi ci si ritrova, quasi inspiegabilmente, come per una volontà superiore. Come se il tempo si fosse fermato. 

FERITE” di Loriana Lucciarini. Certe ferite non guariscono mai e niente è più come prima. Spesso un ritorno ravviva la fiamma di un dolore sopito.

LE PORTE DEL TEMPO” di Stefania Bergo. Sogni perduti e ricordi che procurano nuovo dolore. Una donna imprigionata nella sua immagine riflessa in uno specchio andato in frantumi. Raccogliere pezzo dopo pezzo sarà doloroso, ma inevitabile per ricomporre quella parte di sé che è andata persa ma senza la quale non può andare avanti.

FOGLIE D’AUTUNNO” di Silvia Pattarini. Come una danza le foglie cadono e ci ricordano che il tempo trascorre inesorabile.

VIAGGIO” di Loriana Lucciarini. L’essenza del viaggio sta in noi stessi, nelle nostre anime, nel percorso che faremo dentro le nostre vite.

“STRAPPI” di Tamara Marcelli. Ritorni e nuove partenze per cercare di ricomporre frammenti di noi.

IL MENDICANTE” di Stefania Bergo. Intensa descrizione di una vita ai margini, tra pregiudizi e sofferenze.

SIRIA, APRILE 2017” di Loriana Lucciarini. In un breve componimento la tragedia umana che non ammette nemmeno la pietà.

MURO D’ACQUA (18 NOVEMBRE 2013)” di Tamara Marcelli. Dal dramma dell’alluvione, destini e storie di vita che si trovano a camminare insieme nella tragedia. Il dolore e la disperazione incontenibili.

ADDIO” di Stefania Bergo. La vita di una lacrima che si consuma in un addio.


ChiaroScuro, Gli Scrittori della Porta accanto, libri, scrittori, poesia

ChiaroScuro

In natura le sfumature sono infinite, così come i colori. Poi c’è una terra di mezzo, il chiaroscuro, quel luogo in cui tutto si confonde un po’, dove un tono fa spazio ad un altro, in un rincorrersi di emozioni cromatiche. È lì che si annida l’Arte, in una piega poco scoperta di un sentimento.
In un susseguirsi di luci e ombre, corrono via veloci le parole, i gesti, e come per un pittore il segno che lasciamo su questa terra può essere più o meno visibile, comprensibile, assimilabile.
Così nascono le poesie, nell’estremo tentativo di lasciare un segno, un ricordo di sé, un pensiero per qualcuno, un grido di dolore, un canto di gioia nell’effimera intenzione di afferrare un attimo, un sogno, un piccolo spazio di tempo che non tornerà più.
(dalla prefazione di Tamara Marcelli)

Gli Scrittori della Porta Accanto | StreetLib | Silloge
ISBN 978-8826054971 | ebook 0,49€ | cartaceo 6,49€

Tamara-Marcelli

Tamara Marcelli
Artista poliedrica, eccentrica, amante dell'arte in tutte le sue forme. Una sognatrice folle. Ha studiato Lettere e Tecniche dello Spettacolo, canto e recitazione per oltre dieci anni e ha lavorato come attrice in alcuni importanti Teatri del Lazio. Scrive poesie, romanzi, testi teatrali, articoli e saggi. Il blu che non è un colore,  Montag. Il sogno dell'isola,  Montag.
Read More >
[Cinema] Indignazione, dal libro di Philip Roth, dall’8 novembre in DVD e sulle piattaforme digitali,  di Ornella Nalon

[Cinema] Indignazione, dal libro di Philip Roth, dall’8 novembre in DVD e sulle piattaforme digitali, di Ornella Nalon

Indignazione, dal libro di Philip Roth - Cinema, dvd, libri, scrittori

Indignazione, il film tratto dall’omonimo romanzo di Philip Roth, per la regia di James Schamus, con Logan Lerman e Sarah Gadon, dall’8 novembre in DVD e sulle migliori piattaforme digitali, distribuito da Videa.

Vincitore del premio Pulitzer e per ben due volte del National Book ­Award e del Critics Circle National Book, Philip Roth è uno degli scrittori più apprezzati del nostro tempo e fonte di ispirazione per il cinema.
Dopo essere stato presentato al Festival di Berlino 2016, Indignazione, tratto dall’omonimo romanzo editato da Einaudi, arriva in Italia grazie a Videa e dall’8 novembre è disponibile in DVD e sulle migliori piattaforme digitali, come iTunes, Google Play, Chili, Timvision e Rakuten.

INDIGNAZIONE di Phlip Roth - Libri, scrittori, recensione, cinema

INDIGNAZIONE

di Philip Roth
Einaudi
ISBN 978-8806207137
cartaceo 7,99€
ebook 8,93€

Diretto dal pluripremiato sceneggiatore e produttore James Schamus, che ha collaborato con cineasti del calibro di Ang Lee, Todd Haynes e Todd Solondz, il film vede protagonista Logan Lerman (interprete di Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo e Noi siamo infinito) nel complesso ruolo di Macus, ‘alter ego’ di Roth, e Sarah Gadon, presenza costante nella filmografia più recente di Cronenberg.
Ambientato nel 1951Indignazione racconta la storia del giovane studente ebreo Marcus Messner che da Newark, New Jersey, si trasferisce in un piccolo college conservatore dell’Ohio, per sfuggire al pericolo di dover andare a combattere la guerra di Corea. Una volta lì, la sua crescente infatuazione per la bella compagna di corso Olivia Hutton e i suoi scontri con il Decano Hawes Caudwell, mettono alla prova il suo tentativo di fuggire alla guerra.
Direi che il nodo centrale di questo film è una storia d'amore
(Logan Lerman)
Il tipo di relazione tra Marcus e Olivia è davvero unico e potente. Non è la classica storia di un ragazzo che incontra una ragazza che si innamora di lui. È più complicato di così e, in questo senso, è più reale.
(Sarah Gadon)
Ci sono alcuni aspetti di Logan Lerman che ho sentito subito perfetti per interpretare Marcus Messner. La combinazione di innocenza e intelligenza, serietà, curiosità e senso di esplorazione, apertura e vulnerabilità che riesce a portare in ogni scena.
(il regista James Schamus)
Per entrambi gli attori, la complessità dei loro personaggi così caratterizzati dal coinvolgimento romantico era parte dell’intensa natura filosofica del film.
Quando si ha qualcosa di così complesso, si devono esplorare tutti gli strati che lo compongono.Ci si trova in una sorta di ‘danza’ fatta di tutte queste emozioni tra Olivia e Marcus: rabbia, amore, attrazione.­­
(Sarah Gadon)



Ornella Nalon - Gli scrittori della porta accanto

Ornella Nalon
I miei hobby sono: il giardinaggio, la buona cucina, il cinema e, naturalmente, la scrittura, che pratico con frequenza quotidiana. Scrivo con passione e trasporto e riesco a emozionarmi mentre lo faccio. La mia speranza è di trasmettere almeno un po’ di quella emozione a coloro che leggeranno le mie storie.
Quattro sentieri variopinti”, Arduino Sacco Editore
Oltre i Confini del Mondo”, 0111 Edizioni
Ad ali spiegate”, Edizioni Montag
Non tutto è come sembra”, 0111 Edizioni.
Una luce sul futuro, StreetLib collana Gli scrittori della porta accanto.
Read More >

In primo piano

[Libri] Il lato oscuro del supermercato, di Thomas De Andre, recensione di Andrea Pistoia

[Libri] Il lato oscuro del supermercato, di Thomas De Andre, recensione di Andrea Pistoia

Il lato oscuro del supermercato, di Thomas De Andre- Libri, scrittori, recensione

Il lato oscuro del supermercato, di Thomas De Andrea, Youcanprint, 2017. La vita di un commesso alle prese con clienti svampiti, irosi, aggressivi, maleducati, gentili e simpatici.

Leggere un romanzo sulla vita di un commesso sempre alle prese con clienti svampiti, irosi, aggressivi, maleducati ma anche gentili e simpatici ha sempre i suoi rischi. Già, perché si ha sempre la paura di rispecchiarsi in qualche ‘cliente-medio’ e nei suoi comportamenti irritanti o addirittura odiosi.
Per fortuna il libro di Thomas De Andre bypassa questa ansia mostrando un mondo (quello del supermercato di periferia) dove i clienti sono sì un po’ fuori di testa e le situazioni paradossali, ma fanno per lo più sorridere e strappare una risata. Merito anche dello stile frizzante e ironico dell’autore, il quale rende le situazioni più comiche del dovuto, descrivendo ogni atteggiamento del cliente, anche il più maleducato e volgare, in modo leggero e divertente.
Dopo il successo ottenuto col suo precedente libro “Racconti di un valoroso commesso”, l’autore ci ritenta e colpisce nuovamente nel segno, sia per la sua nuova veste grafica (i racconti sono arricchiti da alcune vignette comiche di Cesare Lo Monaco) sia per i nuovi, sconcertanti racconti di cui lui è lo sfortunato protagonista.
Queste duecento pagine di episodi al limite del surreale, clienti fuori di testa e dialoghi con botta e risposta degni di Zelig, fanno di questo libro un must per chi vuole farsi quattro sane risate in completa spensieratezza.

Già, perché Thomas De Andre non ha la pretesa di insegnare nulla, di criticare o ergersi a giudice supremo dei comportamenti dei clienti. 

Lui semplicemente riporta gli episodi imbastendoli sì di frecciatine e di considerazioni vivaci, ma sempre restando nel politicamente corretto per non offendere nessuno (anche perché, siamo onesti, siamo tutti un po’ “clienti medi”, nel bene e nel male, no?).
Con un linguaggio e uno stile narrativo sorprendente per un esordiente che “si è fatto tutto da solo” (è autoprodotto, quindi non c’è nessuna casa editrice alle spalle che gli abbia corretto i testi. Ergo, tanto di cappello per l’ottimo lavoro di editing), Thomas De Andre imbastisce una serie di racconti che non smettono mai di sorprendere e divertire, al punto che viene naturale proseguire la lettura ad oltranza, pronti a scoprire cosa questi clienti riserveranno al nostro povero beniamino sottopagato.
Il libro scorre veloce, è piacevole da leggere e strappa ben più di una risata. Costa 11,90€ il cartaceo, ma quando finirete la lettura scoprirete che li è valsi tutti.
Consigliato sia ai commessi che vivono una “vita lavorativa d’inferno” sia ai clienti che da questo libro potrebbero anche imparare quanto basti poco per essere una persona migliore del “cliente medio”.
Vivamente consigliato.

Ps: Thomas De Andrea è un nome d’arte, in quanto l’autore preferisce non svelare la sua vera identità per non incorrere nelle ire dei suoi “cari” abituali clienti, ispiratori di tutti i racconti presenti nel libro.

Il lato oscuro del supermercato - Libri, recensioni, scrittori

Il lato oscuro del supermercato

Avventure tragicomiche di un commesso basate su fatti realmente accaduti. 
Il libro vi condurrà dietro le quinte di un supermercato e scoprirete, così, in che modo i vostri comportamenti quotidiani e gli atteggiamenti che assumete candidamente, e che a voi paiono ingenuamente banali, vengano derisi, disprezzati e odiati dal personale sorridente che con molto tatto, ogni giorno, vi augura una felice giornata ringraziandovi infinitamente di aver scelto quel supermercato.

Thomas De Andre | Youcanprint | Racconti
ISBN 978-8892655775 | ebook 2,99€ | cartaceo 11,90€






Andrea-Pistoia

Andrea Pistoia
Nasco in una solare giornata di luglio a Vigevano. A dodici anni scoppia l’amore per la letteratura. Affronto la scuola come un condannato a morte. In compenso la mia cultura extra-scolastica cresce esponenzialmente. Dopo due anni vissuti a Londra, torno in Italia come blogger, giornalista, recensore di fumetti e sceneggiatore di un fumetto online per una nota casa editrice. Chitarrista dei ‘Panama Road’, direttore editoriale di una fanzine online.
Ancora e mai più (nelle mutande),
Read More >

Breaking News

Servizio creazione booktrailer


Servizi editoriali
CREAZIONE BOOKTRAILER
Realizzazione professionale di booktrailer
utilizzando immagini, animazioni, musica e video royalty free o personali, forniti dall'utente
per una durata massima di 2 minuti
(guarda la lista dei booktrailer già realizzati)



Dal nostro archivio

La Giornata Internazionale delle bambine e delle ragazze, per dire basta alle spose bambine, una rivoluzione (arancione) necessaria, di Stefania Bergo

Oggi si celebra in tutto il mondo la V Giornata Internazionale delle bambine e delle ragazze . Una giornata di sensibilizzazione, per il d...